Lecce, la scelta di Samuel Umtiti

Il difensore francese potrebbe rimanere nel Salento, nonostante tante offerte dall’Italia e da squadre europee.

Tempo di lettura: 2 Minuti
1220
calciomercato Manchester City

Lecce, la scelta di Samuel Umtiti. Arrivato fra la sorpresa generale, sbarcato all’improvviso a Lecce. Bollato come giocatore rotto e finito, ha rilanciato le proprie quotazioni a colpi di grandi prestazioni in maglia giallorossa. Diventando il beniamino della tifoseria salentina, che lo ha eletto a idolo assoluto. In compagnia di quel Federico Baschirotto che ha colpito tutti, anche lui all’esordio in serie A. Il francese è in prestito secco con ingaggio pagato dal Barcellona. In Catalogna non sembrano particolarmente intenzionati a puntare delle fiches sul difensore centrale.

Il contratto con il Barcellona e la riconoscenza verso il Lecce

Il giocatore camerunese naturalizzato francese ha un contratto con la squadra blaugrana fino al 30/06/2026. Legame che l’entourage dell’atleta vorrebbe spezzare. Le strade sono due: risoluzione consensuale del contratto in essere oppure cessione immediata durante la prossima sessione estiva del calciomercato. La dirigenza spagnola ha fatto sapere al giocatore che non rientra nei programmi dell’allenatore Xavi. Motivo per il quale le strade sono destinate a separarsi. Sul tavolo di Samuel Umtiti le proposte non mancano per il prosieguo dell’avventura agonistica. Offerte che arrivano da Francia, Germania, Spagna, Turchia, Cina, Emirati Arabi. E il Lecce ? La piccola realtà salentina è pronta ad offrigli un contratto annuale a cifre da…..piccola squadra.

La voglia di Lecce di Samuel Umtiti e il pressing delle milanesi e della Roma 

Le caratteristiche del giocatore sembrano tagliate su misura per il campionato italiano. Tanto è vero che il 29 enne moro è finito nel mirino dei club milanesi e della Roma. Squadre che utilizzano sia il modulo con tre difensori o la linea con quattro uomini. Samuel Umtiti e la famiglia si sono letteralmente innamorati del Salento. Il calore della gente e la bellezza del posto li hanno conquistati. La dirigenza leccese è disponibile a un piccolo sacrificio economico per trattenere il centrale per un altro anno. Ma ha lasciato la più totale libertà di scelta al campione del mondo 2018 con la nazionale Blues.