Mondiali di pallamano: mercoledì 25 gennaio via ai quarti di finale

L’Egitto è l’unica selezione non europea a garantirsi l’accesso alla fase a eliminazione diretta

Tempo di lettura: 2 Minuti
190
Pallamano
Mercoledì 25 gennaio si giocano i quarti di finale dei Mondiali di pallamano.

La ventottesima edizione dei Mondiali di pallamano, in corso di svolgimento in Polonia e Svezia, entrerà mercoledì 25 gennaio nel vivo con la disputa dei quarti di finale. Il programma prevede due incontri alla Ergo Arena di Danzica e altrettanti alla Tele2 Arena di Stoccolma. Nella più grande città portuale della Polonia la gara d’apertura vedrà alle ore 18:00 la Norvegia opposta ai vicecampioni d’Europa della Spagna. A seguire (ore 20:30) andrà in scena la sfida tra i campioni olimpici della Francia e la Germania. A Stoccolma le danze saranno aperte alle ore 18:00 dal confronto tra la Danimarca, trionfatrice nelle ultime due edizioni della rassegna iridata, e l’Ungheria. Grande attesa per il match delle ore 20:30 che vedrà impegnati i padroni di casa. La Svezia, medaglia d’oro a Euro 2022, affronterà l’Egitto, l’unica nazionale rimasta in corsa non appartenente al Vecchio Continente.

Curiosità e statistiche

Francia, Svezia e Norvegia, rispettivamente vincitrici dei Gruppi I, II e III del Main Round, approdano ai quarti di finale con un record perfetto avendo incamerato sempre la posta piena nelle sei gare sin qui sostenute. Anche la Danimarca, prima classificata nel Gruppo IV del Main Round, accede imbattuta, ma non a punteggio pieno alla fase a eliminazione diretta.

Il cileno Erwin Feuchtmann comanda la classifica dei marcatori con 46 reti, seguito dall’islandese Bjarki Mar Elisson con 45 e dall’olandese Kay Smits con 44. L’islandese Gisli Thorgeir Kristjansson guida, invece, la graduatoria degli assist con 39, davanti al tedesco Juri Knorr con 37 e allo svedese Jim Gottfridsson con 36. Nei recuperi è in vetta il francese Ludovic Fabregas con 10, seguito dall’argentino Pedro Martinez Cami con 9 e dallo spagnolo Daniel Dujshebaev con 8. Nei tiri stoppati brilla l’egiziano Ibrahim Elmasry con 14, davanti allo sloveno Blaz Blagotinsek con 12 e al montenegrino Vuk Lazovic con 9. Il miglior portiere è lo svedese Tobias Thulin (33 parate su 71 tiri pari al 46%) seguito dal connazionale Andreas Palicka (43/106 pari al 41%) e dal francese Demi Resbonnet (19/49 pari al 39%).

Mondiali di pallamano: i piazzamenti dal 9° al 32° posto

Già definiti, in base ai risultati conseguiti nei quattro gironi del Main Round, i piazzamenti dal nono al ventiquattresimo posto: 9. Croazia, 10. Slovenia, 11. Serbia, 12. Islanda, 13. Portogallo, 14. Olanda, 15. Polonia, 16. Bahrain, 17. Brasile, 18. Montenegro, 19. Argentina, 20. Stati Uniti, 21. Belgio, 22. Qatar, 23. Capo Verde e 24. Iran.

Alla luce dei piazzamenti ottenuti nei due gironi della President’s Cup che vedevano la partecipazione delle otto selezioni eliminate nel Preliminary Round, mercoledì 25 gennaio alla Orlen Arena di Plock le nazionali di Cile e Tunisia si contenderanno il trofeo di consolazione e il conseguente 25° posto, Corea del Sud e Macedonia del Nord il 27°, Arabia Saudita e Marocco il 29° e Uruguay e Algeria il 31°.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 39 = 49