Calcio, la battaglia di Gianluca Vialli

Il capo delegazione della Nazionale sospende tutti gli impegni professionali per dedicarsi alla battaglia contro la malattia

Tempo di lettura: 2 Minuti
1932
Bologna, Italy. 4 Julne 2022. Gianluca Vialli of Italy during the Uefa Nations League Group C match between Italy and Germany.

Calcio, la battaglia di Gianluca Vialli. L’ex calciatore di Cremonese, Sampdoria, Juventus e Chelsea lascia il suo ruolo da capo delegazione della Nazionale. Lo ha annunciato lo stesso ex attaccante, in lotta contro un tumore al pancreas dal 2017. Gianluca Vialli, che ha assunto il ruolo di capo delegazione degli Azzurri nel novembre 2019 al posto di Gigi Riva, ha annunciato oggi la sua assenza in occasione delle prossime gare della Nazionale, attesa nel 2023 dall’inizio delle qualificazioni all’Europeo 2024. La decisione è stata presa di comune accordo con lo staff di oncologi che lo ha in cura e che ha spinto per lo stop. Le cure necessitano tranquillità e riposo, per permettere al corpo di rigenerarsi nella battaglia contro il male.

Calcio, la battaglia di Gianluca Vialli: le parole dell’ex bomber

Queste le parole affidate da Gianluca Vialli per comunicare la decisione: “Al termine di una lunga e difficoltosa ‘trattativa’ con il mio meraviglioso team di oncologi ho deciso di sospendere, spero in modo temporaneo, i miei impegni professionali presenti e futuri – ha detto al sito della Figc – L’obiettivo è quello di utilizzare tutte le energie psico-fisiche per aiutare il mio corpo a superare questa fase della malattia, in modo da essere in grado al più presto di affrontare nuove avventure e condividerle con tutti voi. Un abbraccio”.

Calcio, la battaglia di Gianluca Vialli: il sostegno del presidente federale

Il presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, ha riservato al collaboratore del ct Mancini parole di grande affetto e ammirazione: Gianluca è un protagonista assoluto della Nazionale italiana e lo sarà anche in futuro. Grazie alla sua straordinaria forza d’animo, all’Azzurro e all’affetto di tutta la famiglia federale sono convinto tornerà presto. Può contare su ognuno di noi, perché siamo una squadra, dentro e fuori dal campo”.  I prossimi impegni ufficiali dell’Italia sono in programma a marzo per due match di qualificazione all’Europeo 2024: il 23 a Napoli contro l’Inghilterra, il 26 in trasferta a Malta.

 



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 14 = 19