Mondiali calcio, il programma delle semifinali

Messi contro lo spauracchio Croazia, Marocco spinto da una nazione intera. Deschamps per il bis iridato

Tempo di lettura: 2 Minuti
1166
Giroud Milan

Mondiali calcio, il programma delle semifinali. Ormai è tempo di verdetti con l’ingresso in scena delle semifinali. Sono rimaste quattro squadre, in rigoroso ordine alfabetico: Argentina, Croazia, Francia, Marocco. Questo è il programma:  Argentina-Croazia che sarà disputata il 13/12/2022 alle ore 20 italiane, mentre il 14/12/2022 sarà la volta di Francia-Marocco allo stesso orario. Partite che cattureranno l’attenzione del pianeta intero. La coppa del mondo sta per essere assegnata, la finalissima è prevista per domenica 18/12/2022 con inizio alle ore 16. Mentre la finalina per il terzo posto andrà in scena il giorno prima, sabato 17/12/2022 allo stesso orario. Imponente il servizio di sicurezza che vigilerà all’interno e all’esterno degli stadi, nel timore di eventi terroristici vista la portata mediatica degli incontri in programma.

Mondiali calcio, il programma delle semifinali: Argentina-Croazia

Un popolo intero a spingere Lionel Messi verso l’oro iridato. L’Argentina è stata quotata fin dallo sbarco in Qatar come la squadra favorita per la vittoria finale. Dopo la sconfitta nella prima partita contro l’Arabia Saudita, il morale e il futuro appariva nero. Ma la nazionale biancoceleste ha saputo risollevarsi, guidata dal suo capitano. La Seleccion sogna il terzo titolo mondiale, da dedicare a Diego Armando Maradona. Per arrivare all’obiettivo dovrà superare l’ostacolo Croazia. Sottovalutata da tutti, partita dopo partita si è costruita credito. Anche grazie ad un poco di fortuna e alle straordinarie parate di Dominik Livakovic. Assurto al ruolo di eroe nazionale dopo aver parato rigori contro Giappone e Brasile. Gli argentini reduci dall’appassionante partita contro l’Olanda, sono pronti a un’altra battaglia. In nome del popolo.

Mondiali calcio, il programma delle semifinali: Francia-Marocco

Dopo l’addio di Karim Benzema alla rassegna iridata, gli addetti ai lavori paventavano un problema centravanti per la Francia. La storia è stata che il buco lasciato dal vincitore dell’ultimo Pallone d’Oro non ha lasciato danni. Grazie alle mirabilie del 36 enne Olivier Giroud. Il milanista è stato funzionale alle ambizioni francesi, con la capocciata che ha steso l’Inghilterra. L’infortunio di Lucas Hernandez ha aperto le porte al fratello Theo, fino ad oggi il terzino sinistro migliore del torneo. La corazzata Francia non sembra avere punti deboli, troppo forti Kylian Mbappé e compagni. La tavola sembra apparecchiata per il bis, dopo l’oro conquistato quattro anni fa. Ma attenzione al Marocco: l’avventura sembra di quelle nazionali guidate da una scia celeste. Gli uomini di Walid Regragui giocano con uno spirito di appartenenza unico e lottano su ogni pallone. Sono completi in ogni reparto e a questo punto tentano il colpo grosso. Ai posteri la sentenza.