POKER DI VITTORIE, TRA BARDOLINO E COSTO

La scuderia di Verona rientra da un intenso fine settimana con i successi di Pernigo e Zorzi, nel secondo round di CRZ zona tre, e con quelli di Dal Ponte e Pisa, nel TIVM.

148
COSTO
COSTO
Tempo di lettura: 3 Minuti

Verona, 05 Aprile 2022– Tre giorni intensi, ricchi di emozioni, ma con un grande denominatore comune chiamato meteo, protagonista assoluto su tutti e tre i campi di gara che hanno visto impegnata la scuderia Omega ed i suoi otto portacolori impegnati al volante, in particolare Bardolino e Costo.

Debutto complicato, tra Sabato e Domenica, per Massimo Dal Ben al Trofeo Maremma, alle note Luca De Rizzo su una Peugeot 208 Rally 4 di Baldon Rally, per un primo appuntamento con l’International Rally Cup che è andato in archivio con la nona piazza di classe Rally 4.

Con l’obiettivo puntato verso l’IRC Trofeo 2RM Prestige l’alfiere del sodalizio scaligero ha faticato ad adattarsi ad un fondo di difficile interpretazione, incappando in qualche errata scelta di gomme e finendo anche vittima dei giochi di una dea bendata che lo aveva preso di mira.

Trasferendosi dalla Toscana al Veneto le strade amiche del Rally del Bardolino, secondo atto della Coppa Rally ACI Sport di zona tre corso tra Venerdì e Sabato, hanno regalato le prime gioie del weekend, tra l’altro tutte arrivate dalla propedeutica categoria delle Racing Start.

Con la pioggia e la neve in primo piano, tre speciali annullate per impraticabilità sulle sette in programma, è arrivato un buon terzo di classe R3 per Gianfranco Panato, in coppia con Riccardo Gherardi su una Renault Clio R3 di MZ Motorsport, nonché punti determinanti nella rincorsa al titolo CRZ ed alla Michelin Zone Rally Cup, obiettivi dichiarati per questo 2022.

Debutto tanto bagnato quanto costruttivo per un Francesco Zanella, alla sua seconda esperienza assoluta nonché la prima su fondo viscido, capace di portare al Peugeot 208 R2 di Baldon Rally, iscritta da 100% Rally e condivisa con Alessandro Forni, sino al sesto di Rally 4.

Unica nota dolente del weekend il ritiro anticipato, per cedimento del cambio, di Cristian Albertini, a destra la moglie Giorgia Marchesan sulla Renault Clio RS in versione gruppo N.

Uno zero pesante nel tabellino che potrebbe mettere in discussione, una volta valutata la reale entità dei danni accusati, l’intero cammino nella serie regionale griffata ACI Sport.

BARDOLINO E COSTO

Due su due, in classe RS 2.0, per un ottimo Matteo Pernigo, vincitore al Bardolino, dopo aver firmato anche il precedente Benacus, ed allungo sia in chiave CRZ che Trofeo Rally Veronesi.

Il pilota della Renault Clio 3, in versione Racing Start e condivisa con Andrea Fiorin, ha saputo effettuare le giuste scelte di coperture nei momenti più delicati, uscendone meritato vincitore.

Ad imitarlo ci ha pensato il compagno di colori Mattia Zorzi, con Dario Seminara su una Grande Punto Abarth Racing Start iscritta da Alpha, alla seconda firma 2022 in una solitaria RSTB 1.4.

Gioie continuate anche in occasione del primo round del Trofeo Italiano Velocità Montagna, in zona nord, con la Salita del Costo, andata in scena tra Sabato e Domenica nel vicentino.

Trentunesimo assoluto, primo di gruppo A e di classe A1600 per un Andrea Dal Ponte in grande forma, alla guida di una Renault Clio Super 1600 di PR2 Sport, capace di migliorare di otto secondi il proprio personale e di far emergere l’indiscusso talento sul fondo bagnato.

Vittoria in solitaria, nonostante qualche problema all’alternatore durante le prove, anche per un buon Riccardo Pisa, alla guida di una A112 in configurazione E1 Italia con la quale ha condotto una gara all’attacco, migliorando il record personale di dieci secondi e mettendo in saccoccia punti che, nella rincorsa al titolo del TIVM di zona nord, potranno alla fine rivelarsi decisivi.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

9 + 1 =