Spalletti, conferenza stampa: “Mertens dimostri che ho sbagliato”

“Sarà indicativa la gara di domani”

270
Spalletti
Head coach Luciano Spalletti of Inter Milan attends a press conference for the Nanjing match of the 2017 International Champions Cup China against Olympique Lyonnais in Nanjing city, east China's Jiangsu province, 23 July 2017.
Tempo di lettura: 2 Minuti

Luciano Spalletti in conferenza stampa ha parlato in vista della partita di campionato di domani contro l’Atalanta a Bergamo alle ore 15. Lo riporta il sito ufficiale partenopeo.

Le dichiarazioni

“Quella con l’Atalanta è una partita che ti guarda dritta negli occhi. Non sarà una gara che si decide col palleggio o col fioretto, ma ci vorrà fisicità, qualità, ritmo e molta intensità.
Ho grande stima di Gasperini, è un bravissimo allenatore e si vede da quello che ha raggiunto in questi anni. Noi se siamo qui in questa posizione è perchè siamo riusciti a vincere varie volte le partite con una squadra non al completo. E se ci siamo riusciti in precedenza, possiamo farlo anche domani. E’ chiaro che sarà una partita molto vibrante, l’Atalanta ha un andamento costante per tutto l’arco della gara e vanno sempre dentro con molti uomini. Io però sono molto fiducioso del nostro potenziale e anche dello sguardo che hanno i calciatori in questo momento nello spogliatoio”

“Da oggi alla fine del campionato siamo tutti napoletani, come ha detto il difensore Koulibaly, e abbiamo tanta voglia di scrivere una pagina importante in queste ultime otto partite.L’atteggiamento che ha il mio gruppo lo reputo adatto a questo obiettivo”.

Chi ci sarà in campoal posto del terzino, Di Lorenzo?

“Abbiamo il giovane Zanoli che ha le stesse caratteristiche e che sinora è stato chiuso da una splendida evoluzione di Di Lorenzo. Zanoli ha sempre dato affidamento fin dal secondo allenamento che abbiamo fatto a Dimaro. Era già visibile che potesse giocare a certi livelli. Poi abbiamo Malcuit che ha recuperato dall’infortunio. Ci sono tutte le possibilità di fare bene”.

La lotta per scudetto è a quattro squadre?

“Credo di sì. Ci sono molti punti in ballo e un pacchetto di partite importanti. Credo che tutte le prime 4 abbiamo possibilità di poter arrivare allo scudetto. per noi sarà già indicativa la gara di domani”.

Come sta Insigne moralmente dopo l’eliminazione dell’Italia dalle qualificazioni ai Mondiali?

“Lorenzo ha sempre lo stesso entusiasmo ogni volta che viene al campo. Sta bene e ho visto anche che ha tirato fuori dei numeri in allenamento di gran livello”.

Domani con l’Atalanta Mertens sarà titolare?

Mertens è un leader di questa squadra. Pochi uomini si sono inseriti nel tessuto napoletano come lui. E’ un campione che può cambiare le sorti della gara e anche quando non gioca incita sempre il compagno a fare meglio. Io spero che domani mi presenti il conto di tutte le volte che non l’ho scelto e invece avrebbe potuto andare in campo”.



1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

1 + 5 =