Inter, Simone Inzaghi: “Per rivincere lo scudetto serve altro”

Niente vittoria per l’Inter che scende in classifica

456
Simone Inzaghi
simone inzaghi during SS Lazio vs Hellas Verona FC, italian Serie A soccer match in Roma, February 05 2020 - LPS/Marco Iorio
Tempo di lettura: 2 Minuti

Simone Inzaghi, il tecnico dell’Inter ha commentato il pareggio con il Torino di Juric. È un passo falso in campionato per la lotta scudetto ma un buon punto conquistato visto l’andamento del match. Adesso però il Milan è primo in classifica.

Il commento su Dazn

“Nel primo tempo il Torino è stato più aggressivo anche se il portiere Berisha ha fatto due interventi strepitosi. Nel secondo tempo avremmo meritato il pari nei primi 25 minuti e trovando l’1-1 avremmo potuto vincere. Non sono contento dell’approccio, abbiamo qualche attenuante ma per rivincere lo scudetto serve altro”.

“Abbiamo perso energie e giocatori in un momento cruciale del campionato, però questo non deve essere un alibi. Possiamo fare meglio, adesso ci restano dieci finali più la semifinale di ritorno di coppa Italia. Dobbiamo recuperare forze, energie e giocatori. Dopo la gara con il Liverpool sapevamo che questa partita sarebbe stata complessa. Ora dobbiamo ritrovare i risultati che sono venuti meno nell’ultimo periodo”.

“Abbiamo abbassato la nostra media punti ma non sono preoccupato perché adesso possiamo allenarci di più e meglio. Possiamo ottimizzare le nostre forze analizzando il perché di certi risultati. Siamo l’Inter e possiamo fare meglio, al di là della stanchezza. Stasera abbiamo creato tantissimo. I ragazzi sono orgogliosi di aver fatto ricredere tutti dopo i pronostici di inizio stagione. Non ci tiriamo indietro ora e faremo le ultime gare nel migliore dei modi. Poi vedremo cosa succederà”.

La classifica aggiornata di Serie A

L’Inter con una gara da recuperare con il Bologna a causa di alcuni giocatori e membri dello staff positivi al Covid-19 si trova a meno 5 punti dal Milan di mister Pioli, la prima in classifica.

Il Napoli è secondo a meno uno dai nerazzurri che sono scesi di posizione e attualmente sono classificati come terzi. Ma ancora è tutto da definire, la strada è ancora lunga…



1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

5 + 2 =