America’s Cup 2024, si svela la location.

Regolamento, novità, date.

405
Tempo di lettura: 3 Minuti

Primi atti ufficiali e prime sentenze da Grant Dalton, CEO di Emirates Team New Zealand, sul futuro della Coppa America. La località che ospiterà la 37a America’s Cup ancora non è nota nonostante si ci stia avvicinando alla scadenza dell’annuncio del 31 marzo 2022.

Sembrerebbero confermate nella shortlist Malaga, Barcellona, Cork (Irlanda), Jeddah (Arabia Saudita), un parter di location davvero interessante con caratteristiche molto differenti ma, mete suggestive sia turisticamente che favorevoli per le regate in programma.

America’s Cup 2024.Novità.

Tra le novità principali c’è la costruzione di due imbarcazioni ad idrogeno di supporto per ogni equipaggio, tornei femminili e giovanili per incentivare l’inclusione e gli stessi equipaggi dovranno essere ridotti e quasi interamente autoctoni. Inoltre il protocollo stabilisce le regole di partecipazione all’evento che, ora è ufficiale, si disputerà nel 2024 preceduto dal torneo degli sfidanti che determinerà chi  fronteggerà Team New Zealand per la conquista del titolo.

Si continuerà a gareggiare sugli AC75, le barche volanti viste lo scorso inverno; ogni sodalizio può costruire soltanto una nuova barca (ma potrà utilizzare, in aggiunta, quelle già realizzate per l’ultima campagna); è confermata la notizia che l’equipaggio sarà ridotto da 11 a 8 velisti.

America’s Cup 2024.Luna Rossa.

Uno degli aspetti piú innovativi della trentasettesima America’s Cup è l’introduzione della nuova classe One Design degli AC40 una versione di monoscafo volante da 40 piedi in scala ridotta dell’AC75, che i team potranno modificare e utilizzare per la fase di test, allenamento e per lo sviluppo di componenti. La flotta degli AC40 sarà utilizzata anche per eventuali regate preliminari previste prima delle Challenger Selection Series e del Match finale.

Luna Rossa 27 metri di barca più 2 metri bompresso, 5 metri di baglio massimo per un peso complessivo di 6 tonnellate e mezzo. 26,6 metri l’albero dalla coperta, e poi le vele che contano da 135 a 144 metri quadri per la randa, 90 metri quadri per il fiocco e 200 metri quadri per il code zero. Caratteristiche del timone centrale con wing in massima immersione a 3 mt e mezzo in massimo arco della wing a 3 mt. I due foils con wing e flap in massima immersione a 5 mt. e in arco della foils a 4 mt. L’equipaggio composto da 11 velisti del peso complessivo tra i 960 e i 990 kg., composto da Falcone, Mongelli, de Felice, Molineris, Battisti, Tesei, Cannata, Voltolini, Plazzi, Celon, Brezzi, Liuzzi, Vascotto, Presti, Mercuriali e Sibelli, vedremo chi sarà escluso.

 



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

66 + = 75