BELLAN, BATTESIMO DI FUOCO A PAVIA: LA CRONACA

Un principio d’incendio, al debutto sulla Citroen C3 Rally 2, non manda in fumo quanto di positivo vissuto dal pilota di Taglio di Po, al Castelletto Circuit, nel fine settimana.

157
BELLAN
BELLAN
Tempo di lettura: 2 Minuti

Taglio di Po (RO), 15 Marzo 2022– È durata soltanto tre giri, dei sei previsti sulla prova speciale “Castelletto Circuit”, il debutto di Alessio Rossano Bellan sulla nuova Citroen C3 Rally 2 targata Baldon Rally, vittima di un principio di incendio che si è risolto in pochi istanti.

Il pilota di Taglio di Po, affiancato da Silvia Croce sulla vettura della casa transalpina, si dimostrava particolarmente a proprio agio durante lo shakedown del sesto Motors Rally Show Pavia, sfruttando la lunga militanza in pista per cucirsi addosso al meglio la nuova vettura.

Il passaggio dalla trazione anteriore a quella integrale sembrava non impensierire particolarmente il polesano, capace di staccare tempi già in linea con il passo del treno di testa.

Durante lo shakedown abbiamo svolto un ottimo lavoro” – racconta Bellan – “e, con i ragazzi di Baldon Rally, siamo arrivati ad una buona quadra del setup. Il cronometro era a testimoniare questo. Butti, poi vincitore dell’assoluta, ci dava circa due secondi e, calcolando il divario di esperienza tra di noi, non potevamo che essere soddisfatti, sia della vettura che di noi stessi. È naturale che in pista mi sono trovato particolarmente a mio agio, avendo già guidato vetture importanti come le TCR, e nonostante non si possa nascondere che la C3 è una vettura difficile da guidare è altrettanto vero che non è impossibile farlo. Eravamo fiduciosi per il via di gara.”

Galvanizzato da un primo impatto più che positivo il portacolori di AB Motorsport vedeva le proprie ambizioni andare letteralmente in fumo, dopo pochi giri della prima prova speciale.

Siamo partiti al Sabato” – aggiunge Bellan – “e, dopo tre giri della prima prova speciale, dall’anteriore destra è partito un principio d’incendio. Grazie alla nostra prontezza abbiamo attivato subito l’impianto di estinzione, limitando al massimo i danni, e ci siamo fermati. È stato davvero un peccato perchè, conti alla mano, potevamo stare tranquillamente tra il quinto ed il decimo assoluto. Sarebbe stato un ottimo esordio sulla Rally 2, considerando il parco partenti.”

Uno stop anticipato che alimenta ulteriormente il desiderio di Bellan, quello di ritornare presto sulla C3 Rally 2, senza però mettere da parte quella Peugeot 208 Rally 4 che tante soddisfazioni gli ha regalato e che, anche nel 2022, sarà la principale compagna di avventura.

Sicuramente torneremo sulla C3 Rally 2 di Baldon Rally” – conclude Bellan – “e cercheremo di trovare l’occasione migliore, magari su una gara che avremo già disputato per concentrarci al meglio sulla vettura. Fosse in pista sarebbe meglio ma se anche dovesse essere fuori non ci crea particolari ansie. Vogliamo riscattare questa sfortunata trasferta e lo faremo, con calma e pazienza. Quel che è certo è che il nostro 2022 si incentrerà nuovamente su un programma con la Peugeot 208 Rally 4, sempre di Baldon Rally ovviamente. Valuteremo nei prossimi giorni alcune opportunità e cercheremo di capire quale sarà la migliore scelta per la nostra stagione.”



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

+ 50 = 52