Ragnick, sempre più vicino ad essere il nuovo allenatore del Bayern Monaco 

Tuchel ha annunciato già da tempo l’addio dal Bayern Monaco a fine stagione, tra i tanti candidati, il nome primario è quello di Ralf Ragnick.

Tempo di lettura: 2 Minuti
234

Ragnick, sempre più vicino ad essere il nuovo allenatore del Bayern Monaco

 

Tuchel ha annunciato già da tempo l’addio dal Bayern Monaco a fine stagione, tra i tanti candidati, il nome primario è quello di Ralf Ragnick.

 

A febbraio il Bayern Monaco ha annunciato che Thomas Tuchel lascerà il club alla fine della stagione, una decisione presa a seguito di un incontro tral’amministratore delegato Jan-Christian Dreesen e l’allenatore. Negli ultimi giorni il ct dell’Austria Ralf Rangnick ha confermato le voci di un possibile avvicinamento al club in vista della prossima stagione.

 

Tuttavia la scelta dell’austriaco non sembra convincere a pieno i sostenitori bavaresi, che hanno lanciato una petizione dal titolo ‘Vogliamo Tuchel e non Rangnick!’.

 

Il messaggio della petizione, la quale ha già raccolto più di 10.000 firme, è chiaro: i tifosi vogliono Thomas Tuchel come allenatore, poiché a detta loro gli altri candidati non reggono il confronto.

 

“Con tutto il rispetto per candidati come Emery o Rangnick, questi allenatori non possono reggere il confronto. Nonostante la copertura mediatica negativa che lo circonda il vincitore della Champions League ha portato la sua squadra alle semifinali di Champions League. II Bayern Monaco dovrebbe essere felice di avere un tecnico eccezionale come Tuchel”.

 

 

 

 

Non è della stessa idea Herbert Hainer, il presidente dei bavaresi, che ha ammesso di aver avviato le trattative con l’attuale CT dell’Austria per succedere a Thomas Tuchel: “Stiamo discutendo con Ralf”, ha detto a Sky Sport DE. “Dobbiamo aspettare ancora qualche giorno. È un ottimo conoscitore del panorama calcistico. Ha una capacità enorme di far crescere i giocatori e le squadre. Tutto quello che sento dalla Nazionale austriaca è molto, molto positivo e tra l’altro abbiamo giocatori che lavorano e hanno lavorato con lui.

 

Se dovesse venire, sarebbe un’ottima scelta per noi. Speriamo che i tempi non siano troppo lunghi, vedremo quando arriverà il via libera definitivo”. Anche il direttore generale del club tedesco, Jan-Christian Dreesen, ha parlato dell’accordo ormai imminente: “È come le previsioni del tempo: a volte le piogge arrivano ad aprile quando non te le aspetti, a volte il sole arriva a maggio. Noi non possiamo influenzare il tempo”.

 

 

Il Bayern dovrebbe offrire a Rangnick un contratto fino al 2027 e pagherebbe un indennizzo alla Federazione austriaca.