Un Gentile scatenato non basta per fermare Sassari

In Supercoppa la Dinamo passa sul campo di Varese

224

 

Non è bastato alla Openjobmetis di Varese un Alessandro Gentile letteralmente scatenato per impedire al Banco di Sardegna Sassari di passare sul campo di Masnago, nella seconda gara di Supercoppa.
Sono stati ben 31 i punti messi a referto dall’ala di Maddaloni, nonostante l’espulsione arrivata a tre minuti dal termine, dopo un alterco con Mekowulu. Un bottino il quale fa capire in modo molto chiaro come proprio da Gentile passino i destini dell’annata varesina, con il rischio che l’accentramento del gioco sulle sue mani possa rivelarsi alla fine deleterio, anche per lui. Per impedire che ciò accada, sarà necessario che il cast di supporto faccia registrare un salto di qualità rispetto a quanto visto in questa occasione.

La precisione dei tiratori di Sassari

Per quanto riguarda Sassari, se sotto i tabelloni si è fatto sentire Mekowulu, autore di 15 punti e 5 rimbalzi, a scavare la differenza coi padroni di casa è stata in particolare la batteria di tiratori a disposizione di Cavina. Se è stato Logan a fare la parte del leone, con 21 punti ed un eloquente 5 su 7 da tre, proprio nel tiro dalla lunga distanza i sardi hanno trovato un’arma letale, facendo registrare alla fine un 12 su 19 che non ammette repliche.
Con ben sei giocatori in doppia cifra Sassari è riuscita a distribuire in maniera ottimale il suo gioco, trovando quelle alternative che sono invece mancate a Varese. Se è vero che Egbunu ha messo a segno 13 punti, il gioco dei lombardi è sembrato infatti troppo dipendente da Gentile.

La chiave potrebbe essere rappresentata da Kell

Rispetto alla prima uscita, quella persa sempre di dieci punti a Mantova, Varese ha fatto vedere qualche scarico e qualche soluzione in post in più da parte dei lunghi. Resta da capire se con il progredire della condizione tali alternative assumeranno una maggiore continuità. La quale potrebbe essere favorita dalla presenza in campo di Trey Kell, il playmaker chiamato a guidare il team. Ancora assente ieri, precauzionalmente, per i postumi di un infortunio. Proprio la coesistenza tra lui e Gentile diventa a questo punto prioritaria per Varese.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui