Calciomercato news Avellino. Ipotesi tridente Maniero-Trotta-Castaldo

Sono una certezza le due trattative. Di Somma ha convinto il Frosinone e il calciatore. C’è il nodo ingaggio. Gigi-goal potrebbe arrivare solo in caso di svincolo dalla Casertana

1607

Calciomercato news Avellino. Il Lupo fa sul serio. Di Somma sogna un attacco stellare per vincere il campionato di Lega Pro senza passare per la tortuosa strada dei play-off e consegnare a Braglia un tridente offensivo di tutto rispetto e soprattutto da primo posto. Nel 3-5-2 del riconfermato tecnico toscano, la coppia titolare potrebbe essere Maniero-Trotta. Sì, perchè l’obiettivo numero uno rimane l’ariete 29enne di Santa Maria Capua Vetere, in uscita dal Frosinone. L’ex Sassuolo, Ascoli e Cosenza ha disputato, all’ombra del Partenio Lombardi, la sua migliore stagione nel campionato italiano, in termini di realizzazioni, con 8 reti nel torneo cadetto 2015-2016, non riuscendo ad eguagliare l’anno di Crotone in serie A, 2017, dove si espresse con ben 7 realizzazioni raggiungendo l’apice della sua carriera. Da allora solo bocconi amari per Marcello Trotta, che avrebbe preso seriamente in considerazione la proposta di Avellino. L’attaccante è legato affettivamente ai lupi, come negarlo. Nessuno dimentica quel suo goal nel derby contro la Salernitana e soprattutto, in questo momento, l’accordo, anche se lontano dal definirsi realizzato, non sembra impossibile.

Calciomercato news Avellino. Nodo ingaggio e contratto

L’entourage di Trotta chiede un triennale, l’Avellino offre due anni con opzione per il terzo. In questo senso l’accordo sembra possibile. In Lega Pro a cercare Trotta sarebbe stato anche il Modena, ma l’Avellino appare in netto vantaggio. L’affare però è tutt’altro che concluso dal momento che Trotta ha percepito a Cosenza 510mila euro. L’Avellino può arrivare allo stesso stipendio di Maniero, 260mila a stagione. Non male per un 29enne che deve rilanciare la sua carriera dopo anni di luci e ombre. Molto dipenderà anche dal Frosinone, che potrebbe accollarsi metà dell’ingaggio del primo anno: gli ottimi rapporti con i ciociari inducono all’ottimismo, l’imminente amichevole estiva con gli uomini di Fabio Grosso è un ottimo segnale in questo senso. L’Avellino debutterà il prossimo 21 agosto in Coppa Italia alle 18.30 al Liberati di Terni contro le Fere di Lucarelli, fresche di campionato stravinto proprio nel girone dei Lupi. Chissà se quel giorno Trotta indosserà la maglia biancoverde come quell’anno in cui faceva coppia con Gigi Castaldo.

Il ritorno di Castaldo, Di Somma farebbe carte false

Calciomercato news Avellino. Chiudere la carriera con la maglia del Lupo, anche se, vista l’età, da alternativa di lusso. Gigi Castaldo se dovesse svincolarsi dalla Casertana potrebbe viaggiare dritto verso l’Irpinia, dove ha lasciato il cuore e un patrimonio non da poco di 70 goal che lo consacrano di fatto miglior cannoniere della storia biancoverde. Si attende il ricorso al Coni dei Falchetti che, se dovesse avere esito negativo, consentirebbe a Gigi di liberarsi a costo zero. Nemmeno l’ingaggio sarebbe un problema a 39 anni. E con il solo Maniero riconfermato, perchè Santaniello e Bernardotto hanno fior di pretendenti nella terza serie, l’attacco dell’Avellino sarebbe bello e fatto, con il giovane Messina ex Real Aversa, 10 goal lo scorso anno in serie D, pronto a fare da quarta punta. Braglia avrebbe però uno scacchiere offensivo molto diverso rispetto a quello dello scorso anno: non quattro attaccanti sullo stesso livello ma due grandi potenziali titolari, Maniero e Trotta, con Castaldo pronto a dire la sua magari a partita in corso. Se Gigi sta bene fisicamente la doppia cifra da raggiungere in termini di realizzazioni non è una chimera.

Tifosi divisi

La tifoserie è divisa. Anzi sarebbe meglio dire spaccata. Molti non hanno perdonato a Castaldo il brusco addio dopo l’estromissione dal campionato cadetto sotto la gestione Taccone. Ma un recente sondaggio in rete, vedrebbe comunque poco oltre il 50% i consensi positivi. Non è un mistero che il procuratore Ernesto De Notaris e Di Somma si sentono spesso. E se la Casertana dovesse essere estromessa dal professionismo, per Castaldo si spalancherebbero le porte di un ritorno ad Avellino. Ci penserebbe poi il bomber di Giugliano a convincere gli scettici e a farsi perdonare a suon di goal. E se davvero dovessero arrivare Trotta e Castaldo, e Di Somma dovesse resistere alle richieste per D’Angelo, Ciancio, Carriero, Tito e il portiere Forte, lavorando in tempi brevi anche sui rinnovi, l’Avellino sarebbe davvero una corazzata pronta all’assalto alla B. Nessuno ha dimenticato la traversa di Castaldo di quel 2 giugno 2015 al Dall’Ara, semifinale play-off, Bologna-Avellino 2-3. Quel giorno in attacco c’erano Gigi e Marcello…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui