F2: si aggravano le condizioni di Correa, il pilota entra in coma

Correa, pilota coinvolto nell’incidente mortale del Gran Premio di Spa, si aggrava ed è entrato in coma indotto. Ecco tutti i dettagli

Correa, pilota coinvolto nell'incidente mortale del Gran Premio di Spa, si aggrava ed è entrato in coma indotto. Ecco tutti i dettagli

918
correa-incidente-spa

Dopo il gravissimo incidente di F2 dello scorso Gran Premio di Spa-Francorchamps, in Belgio, in cui ha perso la vita il francese Anthoine Hubert, le condizioni dell’altro pilota coinvolto Juan Manuel Correa si sono aggravate.

F2, incidente Correa: ecco la situazione

In un primo momento il pilota statunitense di origini ecuadoregne è stato ricoverato all’ospedale di Liegi. Correa ha subito un intervento chirurgico per le fratture multiple alle gambe riportate e per una lieve lesione vertebrale a seguito del duro scontro. La situazione si è aggravata nei giorni successivi a causa di una crisi respiratoria. E’ stato forte lo stress che hanno subito i polmoni nel momento dell’impatto frontale contro la vettura del povero Hubert.

Dato l’aggravamento delle condizioni di salute di Correa, il pilota è stato trasferito in una clinica specializzata di Londra e ricoverato in terapia intensiva. Lo statunitense è stato indotto in coma. Il 20 enne è attaccato ad una macchina cuore-polmone. Attualmente le condizioni del pilota, come confermato dalla sua famiglia, sono “critiche, ma stabili”.

Correa si aggrava, i familiari lasciano un comunicato

La famiglia di Correa ha rilasciato un comunicato in cui vengono fatti ringraziamenti per tutti coloro che stanno dimostrando vicinanza a Correa:

“A nome di nostro figlio desideriamo ringraziare tutti, all’interno e all’esterno della comunità automobilistica, per i meravigliosi e premurosi auguri che abbiamo ricevuto, nonché i messaggi per una pronta guarigione. Siamo fiduciosi che Juan Manuel li esaminerà da solo una volta tornato a occuparsi dei suoi account sui social media. Desideriamo aggiornarvi sul suo stato di salute e sulle sue condizioni fisiche. Col passare del tempo, sono comparse nuove complicazioni a seguito del forte impatto che ha subito sabato in Belgio“.

Correa indotto in coma, spiegate le cause

I familiari del pilota statunitense hanno poi spiegato le cause per cui il loro figlio sia entrato in coma indotto:

“Al suo arrivo a Londra, a Juan Manuel è stata diagnosticata una sindrome di stress respiratorio acuto considerata comune in incidenti come questo. Sfortunatamente, questa lesione ha provocato in Juan Manuel una insufficienza respiratoria acuta e ora è in un’unità di terapia intensiva specializzata in lesioni respiratorie. In questo momento è in stato di incoscienza indotta e sotto il supporto dell’ECMO. Le sue condizioni sono critiche ma stabili.

Classe '89, laureata alla Facoltà di Scienze Motorie di Napoli, sportiva al 100% e tifosa del Calcio Napoli sin da piccola. Amo e seguo lo sport a 360°. Giocatrice di pallacanestro da ormai 20 anni, praticamente da sempre! Amo andare in bici, esplorare la natura, andare al cinema, ascoltare la buona musica. Appassionata dei motori, soprattutto delle due ruote, adoro la spensieratezza che si prova guidandole. Amo gli animali e ho un dolce cagnolino "ormai nonnino" di 17 anni e di nome Willy! Il mio motto è: "Crederci Sempre, arrendersi Mai".

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui