TOUR de FRANCE: l’eritreo Girmay, in volata, trionfa nella 3za tappa da Piacenza a Torino

Nella tappa più lunga della Grande Boucle, da 230 km e 800 metri, Girmay stacca tutti e festeggia insieme all’Eritrea

Tempo di lettura: 2 Minuti
485
Tour De France 2023
Tour de France 2023

Piacenza-Torino
Nella 3za tappa della Grande Boucle, la più lunga del Tour de France, con i suoi 230 km e 800 metri, da percorrere tutti d’un fiato da Piacenza a Torino, arriva la sorprendente vittoria dell’eritreo Biniam Girmay, il quale, con una volata mozzafiato, ha staccato e beffato tutti gli avversari.

Nell’ordine ha preceduto Gaviria, De Lie, Pedersen, Groenewegen, Bauhaus e l’italiano Davide Ballerini. Tutti costoro sono giunti al traguardo dopo 5h26’48”, quindi la media ha sfiorato i 42km/h. È festa grande per il continente africano.

Cambio di maglia
In quella che doveva essere una giornata di recupero e di passaggio, per via del percorso pianeggiante, dove non ci si aspettavano cambiamenti nella classifica generale, avviene l’avvicendamento tra Pogacar e Carapaz.

Infatti l’ecuadoriano, in virtù dei migliori piazzamennti nelle precedenti tappe, ha soffiato la maglia gialla allo sloveno, pur avendo quest’ultimo lo stesso tempo effettivo.

Pinerolo-Valloire:
Ieri è terminata la parentesi italiana, che ha visto coinvolte le città di Firenze, Rimini, Cesenatico (in memoria dell’inarrivabile e compianto Marco Pantani), Bologna, Piacenza e dunque Torino. Oggi sarà la volta di Pinerolo, da dove partiranno i ciclisti per la 4ta tappa per poi valicare i confini ed entrare in terra francese. Saranno percorsi 139km e 600 metri con 3.600 metri di dislivello.

Inizieranno cosi ad essere scalate le prime montagne lunghe, ma dalle pendenze abbordabili ai più, che faranno una prima mini-selezione, perchè sul Galibier (23km al 5%) e sul Sestriere (40km al 3.7%), le gambe ed il peso forma faranno già la differenza.

Vedremo sicuramente il danese Vingegaard dare saggio della sua classe, tallonato da Carapaz e Pogacar. Lo sloveno cercherà di riscattare la dolorosa sconfitta della passata stagione.

Ordine d’arrivo 3za tappa: Piacenza-Torino 230.8 km
1) Girmay (Eritrea) 5H26’48”
2) Gaviria (Colombia) s.t.
3) De Lie (Belgio) s.t.
4) Pedersen (Danimarca) s.t.
5) Groenewegen (Olanda) s.t.
6) Bauhaus (Germania) s.t.
7) Jakobsen (Olanda) s.t.
8) Ballerini (Italia) s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1) Carapaz (Ecuador) 15h20’18”
2) Pogacar (Slovenia) s.t.
3) Evenepoel (Belgio) s.t.
4) Vingegaard (Danimarca) s.t.
5) Bardet (Francia) a 6″
6) Bilbao (Spagna) a 21″
7) Martin (Francia) s.t.
8) Bernal (Colombia) s.t.



Sono stato un ex atleta agonista sia di sport collettivi che individuali. Ho praticato il calcio fino al 1996 arrivando alle soglie della serie D. Nello stesso anno un infortunio mi dirottò al Triathlon dove mi specializzai nelle lunghe distanze vincendo un argento ed un bronzo ai Campionati Italiani Age-group dell'Isola D'Elba, sempre su distanza Ironman (3.8 km di nuoto, 180 km di bici e 42 km di corsa). Ho iniziato a scrivere nel 2018 presso Supernews, poi nel 2020 ho iniziato a collaborare, per avere visibilità, con la Gazzetta Fan-news; infine sono approdato alla testata di Sportpaper nel settembre del 2021. Adesso spero si dare il mio contributo anche a News-sports. I miei cavalli di battaglia sono le interviste ai Campioni di ogni sport ed amo scrivere di qualsiasi disciplina perchè lo sport è vita.