Kylian Mbappé da luglio al Real: ‘Un uomo felice ha maggiori probabilità di giocare meglio’

Quando sono nate le tensioni con il PSG e i dettagli del nuovo contratto con il Real

Da quanto tempo l'attaccante francese desiderava cambiare Club? I retroscena del trasferimento

Tempo di lettura: 2 Minuti
269
Kylian Mbappé al Real Madrid, i dettagli del nuovo contratto

Il contratto con il PSG del migliore tra gli attaccanti francesi, è in scadenza. Dopo una lunga attesa è ufficiale che dal 1° luglio Kylian Mbappé al Real Madrid a parametro zero. Tutte le politiche di venderlo, dopo averlo acquisito nel 2017 dal Monaco per 180 milioni, sono fallite ma la sua permanenza nel Paris Saint Germain è diventata nel frattempo sempre più triste.

Lo stipendio, il bonus e i diritti di immagine di Kylian Mbappé al Real

Secondo il nuovo contratto Mbappé riceverà uno stipendio annuo tra i 15 milioni e i 20 milioni di euro con possibilità di incrementi premio annuali. Il bonus di ingaggio ammonta a 125 milioni di euro distribuito sui cinque anni di contratto e riceverà inoltre l‘80% dei diritti di immagine.

Uscito con la nazionale francese per il ritiro in vista dell’amichevole con il Lussemburgo, Mbappé ha dichiarato la soddisfazione per il nuovo ingaggio:”Finalmente è ufficiale, sarò un giocatore del Real Madrid per i prossimi cinque anni. E’ un piacere immenso, un sogno che diventa realtà, tante emozioni. Sono molto felice e sollevato, molto orgoglioso di entrare a far parte di un Club dove ho sempre sognato di essere.”

Le tensioni dell’ultimo anno con il Paris Saint Germain

Le incomprensioni sono nate subito dopo che Mbappé ha firmato l’estensione del contratto al PSG per un anno. Era luglio 2023 e dopo l’accordo è stato escluso dal tour di preseason in Giappone. Molte squadre, tra le quali la Juve adottano la tattica dell’esclusione quando hanno in previsione di vendere un calciatore. La vicenda è stata protratta fino a inizio campionato poiché il PSG ha insistito che Mbappé non potesse lasciare la squadra gratuitamente, come desiderava.

Il desiderio di partire era già nell’aria del Qatar, quando il miglior cannoniere ha detto al Presidente Macron “ce soir, ce soir!” mentre riceveva la medaglia d’argento dopo la finale.

La mossa falsa più plateale è stato l’annuncio dell’addio al PSG in un video su X. Questo è stato davvero poco diplomatico. Il dipartimento delle comunicazioni del Club ha sofferto di inutilità. La disputa ha contagiato anche i tifosi che lo hanno deriso durante l’ultima partita con il Tolosa.

“Non ero scontento al PSG”, ha precisato di recente Mbappé, “ma alcune cose e alcune persone mi hanno reso infelice.” Queste ‘alcune persone’ è il proprietario del Club Al-khelaifi estremamente risentito del rifiuto del giocatore di voler proseguire nonostante un offerta da capogiro per il prolungamento del contratto.

 



Da qualche anno affianco la mia attività lavorativa con la scrittura sia di racconti, premiati in tre edizioni del Giallofestival di Bologna che di articoli per piattaforme digitali. Fortunatamente il lavoro part time, mi consente di dedicarmi anche a concorsi letterari vincendo riconoscimenti o segnalazioni anche per edizioni di poesia, come il concorso nazionale Argentario. Ho ricevuto di recente il premio al Salone del libro di Torino nell'ambito della IV edizione del Giallofestival di Bologna con titolo di primo classificato 'miglior personaggio non protagonista' e relativa pubblicazione del racconto nella raccolta 2022 Damster ed. Del Loggione. Per la piattaforma digitale Serendipity srl, società in cui Chiara Ferragni è comproprietaria, sono stata articolista descrivendo i viaggi e i video inviati dagli utenti del sito di affitti turistici. Sono una persona sportiva, con la mia mountain bike ho percorso tutte le strade del Chianti fiorentino. Sono convinta che la mobilità green sia l’unico futuro possibile per la salvaguardia dell’ambiente e per il benessere psicofisico. Avendo svolto studi in Scienze Agrarie durante il periodo di isolamento per la pandemia ho svolto una raccolta fotografica e classificazione di circa 200 specie di flora spontanea e di circa 70 specie micologiche dell'area del Chianti fiorentino.