Inter pignorata da Oaktree: verrà ripulita

I nerazzurri sommersi dai debiti rischiano il ridimensionamento

Tempo di lettura: 2 Minuti
1039
Inter
Steven Zhang (Fonte:X) - News-sports.it

Inter pignorata dal fondo americano. Zhang è praticamente fallito, non può rendere i quasi 400 milioni di debito. Dovrà lasciare la presidenza e la proprietà

La prima domanda che si fanno tutti i tifosi, interisti esclusi è questa: “È corretto vincere, anche se solo uno scudetto, con un squadra che hai costruito con soldi non tuoi?”.

La risposta è no.

Perché chiunque potrebbe farlo e vincere con 400 milioni di euro di buco.

Salernitana, Empoli, Udinese, Cagliari ecc, potrebbero essere vincenti, se fosse possibile anche a loro poter contrarre debiti di questa portata.

Lo scudetto verrà revocato?

Fantascienza, queste cose a Milano non possono accadere!

Intanto Oaktree prenderà la proprietà del club nerazzurro.

Un fondo d’investimento che dopo le dichiarazioni di rito, dovrà ripianare il debito, per poi vendere al miglior offerente.

Come già accaduto al Milan in questi 10-12 anni (uno scudetto vinto con Pioli).

Per ripulire sarà necessario cedere e far cassa.

Ma chi potrebbe vendere Marotta?

Qualcuno troverà; ma servirà tagliare il debito a fette

Almeno 50-100 milioni di euro ad esercizio, per evitare di fare la fine sportiva del Milan (ha vinto pochissimo in 15 anni).

Da questo punto di vista, i nerazzurri possono contare su due certezze.

Marotta per l’area sportiva e Antonello per quella squisitamente finanziaria.

 Inter

Adesso necessiterà comprendere chi sarà il nuovo presidente, e quale sarà la vera linea del fondo a stelle e strisce.

Tutti i fondi prendono i club in difficoltà economiche, con l’intento di ripianare il debito e rivendere la società al miglior offerente.

Per azzerare un debito cosi profondo, sarà necessario cedere calciatori e abbassare il monte ingaggi.

Altre strade percorribili non esistono.

Zhang è stato l’ennesimo bluff cinese, adesso c’è da augurarsi che Oaktree sia un fondo serio, come comunque pare che sia.

Siamo ad una svolta epocale, adesso è l’ora di cercare di comprendere.

I tanti tifosi nerazzurri, vogliono sapere che ne sarà del club, le parole di circostanza non interessano più.