Calciomercato saudita: i campioni europei che voleranno in Saudi Pro League

Perchè molti giocatori della Pro League inglese sono nel mirino per il trasferimento

Il canale privilegiato per il trasferimento alla Saudi pro League dall'Europa

Tempo di lettura: 2 Minuti
228
Salah e Alison del Liverpool sono al centro del calciomercato saudita

Il calciomercato saudita condotto al suono dei petrodollari, inizia il suo tam tam sui grandi nomi europei. La prossima estate potrebbero trasferirsi Mohamed Salah e Alisson del Liverpool. L’attrattiva che la Saudi Pro League esercita sul calcio occidentale non si ferma soltanto ai giocatori ma la ricerca si estende anche a imprese private per aumentare gli investimenti e la competitività del campionato.

Il trend vertiginoso del calciomercato saudita ha già trasferito nel 2023 quasi 100 giocatori stranieri per un giro di circa 750 milioni di sterline. Sebbene non tutti hanno continuato a navigare nell’oro, come Jordan Henderson che ha lasciato l’Al-Ettifac appena dopo sei mesi, la fiducia nella Saudi Pro League è in crescita e invita, molto di più, i calciatori europei a fare le valigie.

L’offerta della Saudi pro League a Salah e Alisson…ma non solo

Salah avrebbe ricevuto un’offerta di 150 milioni di sterline da Al-ittihad nella scorsa estate ma il Liverpool respinse la proposta che invece appare ovvia nel futuro prossimo. Il portiere brasiliano Alison (Allison Becker)

è corteggiato da diversi club sauditi. Rumors riferiscono che anche Casemiro e Raphael Varane del Manchester United sono oggetto di primi contatti per il trasferimento sulla sabbia d’oro.

Le attrattive di lusso allestite dai sauditi per i campioni di calcio

La sfida a trasferirsi in Arabia saudita sarà resa gradevole da residenze esclusive destinate ai campioni europei. Infatti la costruzione di 50 resort sul Mar Rosso è già stata prevista nel 2023. Ma perchè i trasferimenti riguardano in via prioritaria i giocatori della Pro League inglese?

La risposta è contenuta nel nuovo ordinamento che alza la quota di giocatori stranieri per squadra da 8 a 10. La maggiorparte dei club ha interesse quindi a fare spazio, spostando i giocatori per effettuare nuovi acquisti. Inoltre il PIF, public investment Fund, dell’Arabia Saudita ha una quota di maggioranza del Newcastle e ha preso il controllo di quattro squadre saudite: Al-Ittihad, Al-Ahli, Al-Nassr, Al-Hilal. Società petrolifere hanno compiuto investimenti sostanziosi nei Club della Pro League. Avanti tutta!

 



Da qualche anno affianco la mia attività lavorativa con la scrittura sia di racconti, premiati in tre edizioni del Giallofestival di Bologna che di articoli per piattaforme digitali. Fortunatamente il lavoro part time, mi consente di dedicarmi anche a concorsi letterari vincendo riconoscimenti o segnalazioni anche per edizioni di poesia, come il concorso nazionale Argentario. Ho ricevuto di recente il premio al Salone del libro di Torino nell'ambito della IV edizione del Giallofestival di Bologna con titolo di primo classificato 'miglior personaggio non protagonista' e relativa pubblicazione del racconto nella raccolta 2022 Damster ed. Del Loggione. Per la piattaforma digitale Serendipity srl, società in cui Chiara Ferragni è comproprietaria, sono stata articolista descrivendo i viaggi e i video inviati dagli utenti del sito di affitti turistici. Sono una persona sportiva, con la mia mountain bike ho percorso tutte le strade del Chianti fiorentino. Sono convinta che la mobilità green sia l’unico futuro possibile per la salvaguardia dell’ambiente e per il benessere psicofisico. Avendo svolto studi in Scienze Agrarie durante il periodo di isolamento per la pandemia ho svolto una raccolta fotografica e classificazione di circa 200 specie di flora spontanea e di circa 70 specie micologiche dell'area del Chianti fiorentino.