In tredici per il casalingo Prealpi Orobiche

Rally Sport Evolution si presenta con un nutrito contingente con Ghirardi a fare la parte del leone mentre in Svizzera, per la prima del nazionale, al via il figlio d’arte Hotz.

Tempo di lettura: 3 Minuti
289
In tredici per il casalingo Prealpi Orobiche

Saranno ben tredici le vetture schierate da Rally Sport Evolution al prossimo Rally Prealpi Orobiche, gara di casa della squadra corse di Ranica.
Tra Sabato 20 e Domenica 21 Aprile saranno in molti a cercar fortuna nella bergamasca, ad iniziare da un Matteo Ghirardi che si presenterà al via nei panni della lepre da inseguire.
Primo nella Coppa Rally ACI Sport di terza zona, nel Trofeo Pirelli Accademia CRZ ed in R Italian Trophy il pilota della compagine lombarda sarà al via con la consueta Peugeot 208 Rally4, pronta per essere condivisa con l’inseparabile Walter Pasini.
Primo cartellino di presenza pronto per essere timbrato da Giacomo Perego, alle note il ritrovato Harshana Ratnayake, che proverà a contendere il primato di categoria al compagno di team su un’altra Peugeot 208 Rally4, forte della seconda piazza firmata qui nel 2023.
Esordio stagionale anche per Remo Tomio, alla sua destra Sabrina Gotti su una Peugeot 208 Rally4 con la quale punterà a migliorare l’ottava piazza dello scorso anno, mentre nella rosa dei papabili pretendenti al gradino più alto del podio troveremo anche Mirko Gritti, al via con Manuel Pezzoli per difendere il successo conquistato nel 2023 su un’altra Peugeot 208 Rally4.
Le ultime tre vetture della casa del leone, in versione turbo, saranno affidate a Nicolas Imberti, al ritorno con Ludmilla Nania dopo il bel debutto al Castelletto Circuit, a Mauro Donini, alla sua prima al volante con Cristian Nosarisu, ed a Mattia Carminati, in coppia con Maurizio Sonzogni e reduce da una positiva quinta piazza nella scorsa edizione dell’Orobiche.
Cambio di marca invece per Giuseppe Bonacina, alla sua destra Manuel Imberti, che salirà di categoria, passando su una Ford Fiesta Rally4 che sarà tutta da scoprire.
Due le Peugeot 208 R2, la prima delle quali sarà affidata a Luciano Locatelli, qui alla diciannovesima presenza consecutiva ed affiancato da Alessio Carletti, mentre la seconda vedrà al volante Manuel Baronchelli, quest’ultimo con Diego Carrara alla sua destra.
Sulle strade amiche non potevano mancare nemmeno le Renault Clio Rally5.
Tre gli esemplari pronti ad entrare in scena, partendo da quello condotto in gara da Alex Belotti, assieme a Mauro Belotti, per proseguire poi con un Mario Coter che continuerà il proprio cammino di crescita, data la poca esperienza, con l’aiuto di Matteo Allevi.
L’ultima Renault Clio Rally5 scenderà in campo con Riccardo Dal Grande al volante mentre il sedile di destra sarà affidato a Davide Villa, completando il plotoncino pronto alla battaglia.
Dall’Italia alla Svizzera per la prima tappa del Championnat Suisse des Rallyes, il Critérium Jurassien previsto per i giorni 20 e 21 di Aprile, con il giovane figlio d’arte Gauthier Hotz che tornerà al volante della Peugeot 208 Rally4, condividendola nell’occasione con Romain Gauch.

“Sarà un Prealpi Orobiche particolarmente intenso per noi” – racconta Claudio Albini (titolare Rally Sport Evolution) – “perchè saremo chiamati tutti agli straordinari per sostenere un impegno con così tante vetture al via. Affrontare questo a casa aumenta la pressione che, al tempo stesso, diventa uno stimolo ulteriore per cercare di dare il meglio di noi stessi, senza dimenticarci del giovane Hotz che avrà voglia di riscattarsi nella prima di campionato svizzero.”



Ho iniziato la mia attività nel web nel 2001 e mi sono specializzato nello sviluppo di strategie e progetti di comunicazione integrata online e offline, con particolare propensione verso l'ambito del motorsport. Grazie all'esperienza maturata nel corso di questi anni ho ampliato i miei orizzonti professionali riuscendo ad integrare forme di comunicazione tradizionale con le migliori opportunità che il web può offrire. Affianco il cliente sin dai primi passi, delineandone le esigenze e proponendo le soluzioni più adeguate al modello personale di business preso in esame con l'obiettivo di sfruttare al massimo i vantaggi che il mondo digitale, unito a quello tradizionale, è in grado di offrire.