Giulini: “Fare lo stadio a Cagliari è un’odissea”

Il presidente sta incontrando ancora una volta troppi ostacoli

Tempo di lettura: 1 Minuti
1018
Cagliari
Foto LaPresse - Enrico Locci 04 08 15 Cagliari ( Italia )Sport CalcioConferenza stampa di Tomaso Giulini, Daniele Dessena e Marco Sau ad Asseminello ad Assemini (Cagliari )Nella foto: Daniele Dessena Tomaso Giulini Marco Sau Photo LaPresse - Enrico Locci 04 08 15 Cagliari (Italy)Sport Press Conference by Tomaso Giulini, Daniele Dessena and Marco Sau to Asseminello (Cagliari) Pictured: Tomaso Giulini, Daniele Dessena and Marco Sau

Giulini è stanco. La costruzione dello stadio del Cagliari sta diventando una vera e propria odissea. Potremmo dire, quasi una barzelletta….

“Siamo partiti nel 2017 con la realizzazione dello stadio temporaneo , la Unipol Domus. In pochissimo tempo, 120 giorni, solamente con le nostre forze, credo un record in Italia. Da lì siamo partiti e abbiamo camminato spediti, sperando di completare nel giro di 4-5 anni la realizzazione dello stadio definitivo. Abbiamo speso parecchi milioni nelle varie progettazioni, però purtroppo ci siamo trovati di fronte un’infinità di ostacoli di qualsiasi tipo, soprattutto burocratici”.

Queste le parole del numero uno del club rossoblu.

Giulini e le problematiche relative allo stadio

Il presidente del Cagliari ha parlato anche della questione politica.

“Dal 2017 ad oggi in Sardegna si sono succedute tre giunte regionali. Tutte hanno provato a mettere il loro mattoncino. Il risultato? Lungaggini a non finire”.

Un’analisi cruda che, visti i fatti emersi finora, non fa una piega.

La costruzione di questo impianto sportivo è divenuta una vera e propria corsa ad ostacoli.

Il problema sta nel fatto, che la corsa appare essere ormai senza fine.

Giulini

Questo stadio verrà mai realizzato?

In Italia ne saranno costruiti degli altri?

Si riuscirà ad ospitare il campionato europeo del 2032?

Domande alle quali al momento non è possibile dare risposta.

L’unica certezza è che senza stadio adeguati, il nostro calcio diverrà sempre meno competitivo.