Conte-Napoli, sarà biennale? L’indiscrezione di Cerchione a SI

A Sportitalia Luca Cerchione ha parlato dei temi in casa Napoli

Tempo di lettura: 4 Minuti
252
conte-napoli

Conte-Napoli.Il giornalista Luca Cerchione, opinionista di “Tutti al Var”, ha rilasciato alcune dichiarazioni durante il format in onda ogni venerdì su Sportitalia.

Riportiamo di seguito l’intervista integrale del giornalista a sportitalia, su tutti i temi di Napoli e Serie A in generale. Che Conte-Napoli possa davvero avverarsi?

Come commenta il manifesto che circola nella città di Napoli in queste ore, da parte dei tifosi, contro società, calciatori e giornalisti?

“Oggi, a fine stagione e dopo un anno da quella famosa foto tra ultras e presidenti, il fatto che questi ultimi si rendano conto della sciagurata stagione soltanto in questo momento, mi fa sorridere.

Il Napoli sta andando male da diversi mesi. Cosa c’è da imputare ad Aurelio De Laurentiis? A noi giornalisti hanno imputato di essere prezzolati… Credo si sia andati oltre.

Personalmente, non mi sento un prezzolato. Forse, quel patto stipulato lo scorso anno si avvia alla scadenza? È passato un anno esatto da quella foto”

Quale sarà il futuro di Kvaratskhelia?

“Kvara, a brevissimo, firmerà un rinnovo con il Napoli. Si prevede una clausola tra i 120 ed i 150 milioni, con un ingaggio di 5 milioni a stagione, che renderebbe il georgiano il calciatore più pagato della rosa.

L’accordo era sulla base di 4, ma il ragazzo non era convinto e, dunque, è stata aumentata l’offerta ma con essa anche la clausola”

La sfida di San Siro, ieri, può concretizzare il rischio di non essere confermato, per Stefano Pioli, e la possibilità di una conferma per Daniele De Rossi?

“Come far vincere lo scudetto all’Inter nel derby… Mi dicono potrebbe essere un rischio, anche perché su Pioli pesa l’ombra di Zlatan Ibrahimovic, che vorrebbe qualcosa di importante.

Per quanto riguarda De Rossi, mi domando con chi si dovrebbe continuare se non con Daniele. Il tecnico giallorosso ha dimostrato quanto la Roma abbia qualità nei suoi uomini.

Se dovesse arrivare una qualificazione in Champions, come si potrebbe pensare di non confermarlo? Se ad oggi si pensa ad un 60% di possibilità di essere confermato, in caso di passaggio del turno si passerebbe all’80%.

La squadra capitolina avrà tre scontri diretti nelle prossime giornate, che saranno decisivi, contro Bologna, Napoli e Juventus”

Qualcuno si ritiene scettico sul considerare Gasperini tra i migliori allenatori, dato che il tecnico della Dea non ha mai portato un trofeo a casa…

“Gli allenatori vincono quando raggiungono gli obiettivi che la società richiede. Da questo punto di vista, Gasperini vince ogni stagione.

Il tecnico nerazzurro si qualifica in Europa, dove sa essere protagonista, e riesce a valorizzare talenti come De Ketelaere e Scamacca. Sappiamo la stima che De Laurentiis nutre per questo allenatore, avendolo cercato diverse volte.

L’ultima la scorsa estate, quando si è virato su Garcia, anche per i timori di una reazione della piazza. Probabilmente, Napoli e Gasperini sono due rette parallele che non si incontreranno mai, ma i principi di gioco del Gasp sono simili a quelli di Antonio Conte”

La squadra di Calzona può ancora ambire alla Champions?

“Anzitutto, una vittoria di Atalanta o Roma in Europa League potrebbe portare anche la sesta classificata in Champions League, aprendo scenari interessanti.

Tuttavia, mi preoccupa molto il Napoli. Gli azzurri sono a sette punti dalla Roma, potrebbero ancora ambire alla Champions. Domenica, però, si affronterà un Frosinone in cerca di punti.

Servirà motivazione e quello di De Laurentiis, con il rinnovo di Kvara, potrebbe essere un messaggio importante in tal senso.

Se il Napoli gioca come il secondo tempo di Monza, dico che va in Champions, ma sui partenopei c’è una grossa incognita”

Antonio Conte-Napoli potrebbe realmente diventare realtà?

Capitolo Conte-Napoli.

“Possiamo provare a descrivere le ipotesi che favoriscono un suo probabile arrivo, e quelle che lo escludono.

Per Conte, dunque, fare peggio di quanto fatto in questa stagione sarebbe impossibile. Ciò potrebbe spingere Antonio ad accettare. D’altronde, l’ex Inter e Juve è fermo ormai da marzo 2023. Inoltre, in Italia nessuno offre quanto il Napoli.

Mi giungono voci di un biennale più opzione per il terzo a sette milioni l’anno. Un totale di ventuno milioni, con un bonus alla firma e, ancor più importante, l’assenza di clausole.

D’altro canto, però, va ricordato che il salentino è un tecnico che preferisce intervenire sul mercato. In tal senso, andrebbe considerato il salary cap degli azzurri. Anche il rischio di non giocare la Champions potrebbe essere un fattore importante, ma anche uno stimolo.

Difatti, basti pensare a Mourinho che, con un successo in Conference al primo anno, ha costruito tutta la sua avventura giallorossa”

E secondo voi lettori di News-Sports.it, Conte-Napoli diventerà realtà?

Il nuovo che avanza di questa settimana?

“Parliamo di Alessandro Dentale, una punta centrale dell’Hellas Verona Under 19. In questa stagione di Primavera 1 ha realizzato 1 assist e 6 gol in 21 presenze.

È un prodotto del settore giovanile dei veronesi. Una statistica ci svela che Dentale è il secondo calciatore per precisione nei tiri. Una precisione pari al 57,14%. Non è ancora strutturato fisicamente.

È alto 1,79, ma è giovanissimo. Il prossimo maggio compirà vent’anni. Attenzione anche al nuovo talento del Pescara: Michael Zeppieri.

Potremmo sentire parlare di lui in futuro. È una prima punta canadese, sta facendo faville. In Primavera 2 ha totalizzato 10 gol in 19 presenze.

In Coppa Primavera due gol in altrettante presenze. Vanta anche una presenza con la squadra maggiore, in Serie C”

CLICCA QUI per la conferenza di Allegri Pre Juve Toro.

CLICCA QUI per altre notizie di calciomercato