Sci alpinismo, Coppa del Mondo a Cortina: Magnini secondo e De Silvestro terza

Nella tappa finale a Cortina D’Ampezzo due azzurri conquistano il podio, buoni piazzamenti anche nella top 20

Tempo di lettura: 2 Minuti
1332

Le nevicate abbondanti a Cortina fanno notizia nelle cronache nazionali in tv. In questo contesto, in cui si fa appello agli sciatori per il rischio valanghe, ieri domenica 7 aprile, si è svolta la Coppa del Mondo di Sci alpinismo, con ottime prestazioni degli azzurri.

Gli atleti hanno percorso un doppio giro dell’anello di 6,5 Km progettato sul versante del Col Gallina. Il dislivello da affrontare è di 700 m, in cui la quota più alta raggiunta è la Croda Negra ad altezza 2.580 m. Le prove individuali di ieri hanno avuto come punto di arrivo e di partenza il Rifugio Col Gallina, punto geografico in cui saranno svolte anche le gare di Sprint martedi 9 e la Mixed Relay mercoledì 10.

Vetta di Croda negra, anello Col Gallina, Coppa del Mondo di sci alpinismo foto di Roberto De Pellegrin
Vetta di Croda Negra, 2.580 m, foto di Roberto De Pellegrin

I risultati degli atleti azzurri, Sci alpinismo, Cortina

La prova maschile ha mostrato un ottimo rendimento in gara degli atleti azzurri. Al secondo posto, dietro lo svizzero Remi Bonnet con 1:26’24”, è arrivato al traguardo Davide Magnini con il tempo di 1:27’51”, al terzo posto  il francese William Bon Mardion con 1:28’41”. Tutti gli altri dietro con gli azzurri Michele Boscacci quinto 1:30’25” e Alex Oberbacher sesto con 1:30’47”. Nella top 20, anche  Matteo Sostizzo, 13esimo, Nicolò Canclini, 14esimo e Nadir Maguet, 19esimo.

La classifica femminile

Nella gara femminile di Sci alpinismo, la nostra Alba Di Silvestro è arrivata terza con 1:45’31” con stacco di +4′:46”, per lei un altro bronzo dopo quello dei Campionati europei di Flaine disputati in gennaio. Al primo e al secondo posto le francesi Axelle Gachet Mollaret con tempo di 1:40’44” e Emily Harrop con 1:42’29”

La ventottenne azzurra ha tenuto molto al podio essendo nativa della provincia di Belluno, per lei le montagne di Cortina sono di casa. Questa vittoria  consente Alba Di Silvestro di raggiungere il secondo posto nella classifica di specialità dietro la Emily Harrop. Ottime anche le altre azzurre tra le top 20: Giulia Murada, settima a 7’32″69, Giulia Compagnoni, nona a 8’32″92 e Lisa Moreschini undicesima a 9’47”.

 



Da qualche anno affianco la mia attività lavorativa con la scrittura sia di racconti, premiati in tre edizioni del Giallofestival di Bologna che di articoli per piattaforme digitali. Fortunatamente il lavoro part time, mi consente di dedicarmi anche a concorsi letterari vincendo riconoscimenti o segnalazioni anche per edizioni di poesia, come il concorso nazionale Argentario. Ho ricevuto di recente il premio al Salone del libro di Torino nell'ambito della IV edizione del Giallofestival di Bologna con titolo di primo classificato 'miglior personaggio non protagonista' e relativa pubblicazione del racconto nella raccolta 2022 Damster ed. Del Loggione. Per la piattaforma digitale Serendipity srl, società in cui Chiara Ferragni è comproprietaria, sono stata articolista descrivendo i viaggi e i video inviati dagli utenti del sito di affitti turistici. Sono una persona sportiva, con la mia mountain bike ho percorso tutte le strade del Chianti fiorentino. Sono convinta che la mobilità green sia l’unico futuro possibile per la salvaguardia dell’ambiente e per il benessere psicofisico. Avendo svolto studi in Scienze Agrarie durante il periodo di isolamento per la pandemia ho svolto una raccolta fotografica e classificazione di circa 200 specie di flora spontanea e di circa 70 specie micologiche dell'area del Chianti fiorentino.