Milan – Napoli, un azione da diavolo stende i partenopei

Scontro importante per il Napoli, per la rincorsa alla Champions League, ancora punti persi però i partenopei

Tempo di lettura: 2 Minuti
152

Milan – Napoli, un azione da diavolo stende i partenopei

 

Scontro importante per il Napoli, per la rincorsa alla Champions League, ancora punti persi però i partenopei

 

Sconfitta amara per il Napoli a San Siro, un eventuale vittoria avrebbe non solo smosso la classifica ma anche l’ambiente nella rincorsa alla Champions, Napoli che al momento rimane al nono posto, a -7 dal quarto posto, occupato attualmente dall’Atalanta, che ha una partita in meno.

 

Milan – Napoli, la partita

 

Parte subito forte la squadra di Mazzari, con una forte pressione sul centrocampo rossonero, che fa fatica a superare la propria meta campo, complici anche gli inusuali svariati errori tecnici di Adli, Loftus-Cheek e Bennacer. Meglio invece il Napoli che tiene il controllo del pallone, con un ottimo giro palla a filo d’erba. I rossoneri si chiudono per non lasciare al Napoli quella che è stato il marchio di fabbrica del 2024, il contropiede, dando sfogo alla velocità di Kvaratshkelia. Nei primi minuti del match il napoli spreca una grandissima occasione, dopo un cross rasoterra che trova Simeone in anticipo si gabbia al limite dell’area piccola, il Cholito però tira largo.

 

Il Milan dopo 25 minuti sblocca la partita grazie ai suoi uomini migliori. Giroud spalle alla porta appoggia dietro per Leao, portandosi con se Rrhamani che lascia un buco difensivo che Theo Hernandez si prende grazie ad una sovrapposizione interna, Leao lo trova con un filtrante perfetto, e il francese sorprende Gollini. Dopo il gol il Milan alza la pressione, tenendo gli azzurri schiacciati nella propria meta campo, senza possibilità di reagire al gol subito.

 

Secondo tempo

Nella ripresa è iniziata con Politano al posto di Ostigard. Ovvero 4-3-3. E’ stato un secondo tempo dove tutta la costruzione tattica della prima frazione è crollata di colpo. Una sorta di ping pong col Napoli sempre più aggressivo (dentro Raspadori per Simeone) e il Milan di rimessa. Il Napoli pur con cinque attaccanti in campo non riesce a concretizzare. Gli ultimi 20 minuti si giocano in una metà campo sola, ma il Napoli non crea pericoli concreti a Maignan. L’unico brivido per il francese lo crea Simic, che colpisce il suo palo nel tentativo di intercettare un cross. Finisce con la vittoria dei rossoneri, che proseguono la striscia di 9 risultati utili consecutivi di cui 7 vittorie.