Verso Juventus-Udinese, probabili formazioni e dove vedere la partita

Juventus-Udinese le scelte dei due allenatori e dove vedere la sfida

Tempo di lettura: 1 Minuti
634

La Juventus si sta preparando in vista della sfida di campionato contro l’Udinese. Massimiliano Allegri dovrà fare i conti con diversi problemi relativi alla formazione. Alcuni ei suoi giocatori infatti, non sono al meglio per questo bisogna gestire le forze. Vlahovic ad esempio non sarà a disposizione , l’attaccante serbo non recupera e al suo posto si candida Milik dal primo minuto. Chiesa potrebbe affiancare il polacco in attacco. Danilo è squalificato, probabilmente toccherà ad Alex Sandro prendere il suo posto sulla corsia.

La partita tra la Juventus di Allegri e l’Udinese di Cioffi si giocherà lunedì 12 febbraio a Torino alle 20 e 45. Il match sarà visibile solamente per gli abbonati a Dazn ma anche sul canale 25 di Sky. Ci saranno collegamenti dallo stadio a partire dalle 20 dove potremmo ascoltare per prime parole dei protagonisti. Nel post gara verranno riviste le eventuali reti oltre ad analizzare tutti gli episodi da moviola. I possibili protagonisti per la squadra di Allegri potrebbero essere Chiesa e Milik, quest’ultimo vorrà riscattarsi dopo la brutta prestazione con l’Empoli.

Ecco come potrebbero scendere in campo le due squadre: JUVENTUS (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bremer, Alex Sandro; Cambiaso, McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic; Milik, Yildiz. All. Allegri. UDINESE (3-5-1-1): Okoye; Perez, Giannetti, Kristensen; Ehizibue, Samardzic, Walace, Lovric, Zemura; Thauvin, Lucca. Al. Cioffi. Per Cioffi spazio a Lucca in attacco con Lovric a centrocampo assieme a Walace e Samardzic. Il pronostico vede i padroni di casa favoriti la partita potrebbe finire con un 2a 0 per gli uomini di Allegri. L’Inter ha battuto 4 a 2 la Roma nell’anticipo, portandosi a momentaneamente più 7 in classifica con una partita in meno, quindi obbligatori i tre punti per la Vecchia Signora. Vietato sbagliare le partite rimaste a questo punto della stagione sono rimaste poche, oggi punto è prezioso.