Eurolega-basket, risultati e classifica dopo la 25ma giornata: per Milano sconfitta amara contro l’Efes per 79-73

L’autolesionismo di Ettore Messina condanna Milano alla 15ma sconfitta stagionale contro l’Efes per 79-73, mentre Bologna prevale sul quotato Partizan per 88-84 e resta agganciata al 2do posto del Barcellona, distante 2 lunghezze. Belinelli fantastico

Tempo di lettura: 4 Minuti
958

Eurolega-Basket, risultati e classifica dopo la 25ma giornata.

Nel 25mo turno, come da pronostico, vincono L’Efes, il Barcellona, il Monaco, il Bologna, il Real Madrid, l’Olympiacos, il Baskonia ed il Valencia. La sorpresa, invece, viene dalla Lituania, dove lo Zalgiris ha piegato il malcapitato Panathinaikos per 80-68.

Per le italiane, quindi, il bilancio è con il bicchiere mezzo pieno per la vittoria della Virtus per 88-84 sul Partizan, ed è mezzo vuoto per la cocente sconfitta (evitabile) di Milano contro l’Efes per 79-73.

Venerdi, 02/02/2023

Efes-Milano: 79-73 (15-15,19-28,30-7, 15-23).
Da non credere l’andamento di questa gara, dove Milano, in pieno controllo fino al 2do quarto, chiuso sul +9 per 43-34, grazie anche alla mano magica della stella McGruder, rientrava in campo e subiva, nel terzo periodo, uno scioccante parziale di 30-7, che non lasciava spazio a nessuna giustificazione possibile per i quintetti che si alternavano sul parquet.

A dire il vero chi ha visto l’incontro in tv, ha potuto rendersi conto della scelta autolesionista-masochista di coach Messina, il quale lasciava in panchina il migliore dei suoi, ovvero McGruder, tra lo stupore di tutti.

Questa scelta infelice ha tolto punti e dinamismo a tutta la squadra, consentendo ai resuscitati Larkin (19pt.) e Pleiss (17 pt.) di fare il bello ed il cattivo tempo sulle scarpette rosse.

Una volta chiuso il terzo parziale sul 64-50 per i turchi, i meneghini rientravano in campo,si demoralizzati, ma non del tutto sconfitti. Infatti un punto alla volta recuperavano ed impattavano sul 71 pari, mancando per un soffio il 72-71. Ciò è stato possibile anche grazie al rientro in campo della stella McGruder (16pt.) e alla gran precisione dal tiro del gigante tedesco Voigtmann (16 pt.).

Tuttavia, l’enorme sforzo degli uomini di Ettore Messina non veniva premiato, complici anche gli errori da 3pt. di Shields (17 pt.) e Napier (7 pt.), vanificando così, nei 3 minuti finali, tutto il buono fatto per ricucire il gap.

L’Efes chiude in scioltezza per 79-73 e Milano perde per la 15ma volta in questa stagione amara, regalando punti preziosi agli avversari e senza avere la benchè minima speranza di agganciare il trenino dei play-off, a patto che non faccia filotto nelle ulime 9 gare del girone, una statistica assai improbabile che accada.

La conclusione è che nemmeno se il Patron Armani acquistasse i migliori giocatori del Mondo, questa compagine, che sulla carta vale le prime 4, riuscirebbe ad invertire la rotta di un’annata iniziata male e che sta per concludersi peggio. Chi vivrà, vedrà.

Virtus Bologna-Partizan: 88-84 (19-19, 16-12, 27-27, 26-26).

Ulteriore conferma per la Virtus, che ancora una volta dimostra di essere una formazione solida, concreta e costante nei risultati. La vittoria di ieri sera è stata combattuta colpo su colpo, nel senso che i parziali equilibrati nei vari periodi, venivano intervallati da punteggi in cui una volta i padroni di casa allungavano sul +10, come nel 3zo parziale sul 60-50, e poi recuperati e superati dai rivali, guidati da un Kevin Punter in vena, autore di 22 punti, i cui tiri portavano i suoi sul +7 nel 4to tempo per 77-71.

Ma niente paura perchè Belinelli (20 pt.), Lundeberg (20 pt.) e Cordinier (12 pt.) la riacciuffavano e mettevano la freccia nei minuti finali senza dare scampo ai temibili cestisti avversari.

È doveroso dire che i tiri da 3 di Belinelli sono da fare studiare nelle accademie di basket di ogni ordine e grado. Ricorda il brasiliano Oscar della Phonola Caserta degli anni 90 per l’alta percentuale di realizzazione.

Questa vittoria dimostra tutta la forza dei felsinei, che avranno certamente ridotto i costi di gestione, ma nel contempo hanno aumentato il loro livello prestativo in ambito Europeo, con l’unico neo di qualche sconfitta di troppo nel campionato italiano, ma ci può stare.

Insomma la partenza del Campione Teodosic non si è fatta sentire sul campo. Mister Banchi è un grande coach, il quale tira fuori dai suoi giocatori il massimo possibile. Il Barcellona è ad un passo, quindi, arrivare già secondi o terzi nel girone, sarebbe un risultato enorme per tutta la comunità bolognese ed ovviamente italiana.

Gli altri risultati di venerdi 02/02/2024

Zalgiris Panathinaikos: 80-68 (25-25, 19-13, 20-18, 16-12).

Top scorer: Evans-Zalgiris (24 pt.);
Nunn-Pana. (26 pt.).

Stella Rossa-Barcellona: 76-85 (17-18, 15-27, 19-19, 25-21).

Top scorer: Nedovic-Stella Rossa (21 pt.);
Brizuela-Barca (20 pt.).

Monaco-Fenerbahce: 76-69 (21-25, 15-19, 19-17, 21-8).

Giovedi 01-02-2024

Alba Berlino-Valencia: 66-81 (15-20, 15-22, 15-23, 21-16).

Top scorer: Thomas-Alba (15 pt.);
Ojeleye-Valencia (18 pt.).

Baskonia-Maccabi: 92-82 (20-26, 34-21, 19-16, 19-19).

Top scorer: Howard-Bask. (26 pt.);
Baldwin-Maccabi (25 pt.).

Bayern-Olympiacos: 72-76 (14-18, 24-17, 13-19, 21-22).

Top scorer: Francisco e Ibaka-Bayern (18 pt.);
Walkup-Olympiacos (16 pt.).

Real Madrid-Lyon-Villeurbanne: 86-79 (24-18, 21-27, 17-15, 24-29).

Top scorer: Yabusele-Real (26 pt.);
Lee-Lyon (23 pt.).

Classifica
Real Madrid: 44 punti
Barcellona: 34 punti
Bologna: 32 punti
Panathinaikos: 30 punti
Monaco: 30 punti
Fenerbahce: 30 punti

Olympiacos: 28 punti
Valencia: 26 punti
Baskonia: 26 punti
Maccabi: 26 punti

Partizan: 24 punti
Stella Rossa: 20 punti
Milano: 20 punti
Zalgiris: 20 punti

Bayern: 20 punti
Anadolu Efes: 20 punti
Lyon-Ville: 10 punti
Alba Berlino: 10 punti.

Prossimo turno-26 giornata: 8 e 9/02/2024.

Efes-Maccabi
Baskonia-Lyon
Milano-Real Madrid
Partizan-Bayern
Valencia-Olympiacos

09/02/2024
Stella Rossa-Zalgiris
Panathinaikos-Fenerbahce
Barcellona-Alba Berlino
Virtus Bologna-Monaco.



Sono stato un ex atleta agonista sia di sport collettivi che individuali. Ho praticato il calcio fino al 1996 arrivando alle soglie della serie D. Nello stesso anno un infortunio mi dirottò al Triathlon dove mi specializzai nelle lunghe distanze vincendo un argento ed un bronzo ai Campionati Italiani Age-group dell'Isola D'Elba, sempre su distanza Ironman (3.8 km di nuoto, 180 km di bici e 42 km di corsa). Ho iniziato a scrivere nel 2018 presso Supernews, poi nel 2020 ho iniziato a collaborare, per avere visibilità, con la Gazzetta Fan-news; infine sono approdato alla testata di Sportpaper nel settembre del 2021. Adesso spero si dare il mio contributo anche a News-sports. I miei cavalli di battaglia sono le interviste ai Campioni di ogni sport ed amo scrivere di qualsiasi disciplina perchè lo sport è vita.