NAZZARENO ITALIANO: INTERVISTA

Tempo di lettura: 2 Minuti
984

Ai microfoni di News.Superscommesse è intervenuto in esclusiva Nazzareno Italiano, giocatore della Real Sebastiani Rieti, squadra che milita nel campionato di basket di Serie A2. Neopromossa, Rieti si trova attualmente nella parte alta della classifica. In questa lunga intervista, l’ex Fortitudo Bologna racconta la sua esperienza, parla degli obiettivi stagionali del club, indica la favorita per lo scudetto tra Virtus Bologna e Milano ed esprime un suo giudizio sulla Nazionale Italiana.

Italiano arriva alla Real Sebastiani Rieti a inizio stagione, dopo aver militato tra le altre squadre alla Fortitudo Bologna, Scafati e Udine. Le sue prime parole sono state: “Le impressioni iniziali sono molto positive…”. Conferma queste dichiarazioni dopo metà campionato con questa maglia?
“Assolutamente sì, dopo oltre 20 partite giocate con la maglia della Real Sebastiani Rieti confermo le impressioni iniziali. Siamo riusciti a creare un bel gruppo, uno spogliatoio fantastico e grazie all’aiuto dell’allenatore e dello staff tecnico siamo riusciti ad avere un gioco che anche personalmente piace molto”.

Real Sebastiani Rieti che si trova nelle posizioni di alta classifica: era questo l’obiettivo prefissato a inizio stagione?
“Nessuno all’interno della società ci ha mai detto di dover arrivare tra le prime 8 o tra le prime 5. L’obiettivo a inizio stagione era dare il massimo e vedere quello che si riusciva a fare, senza obblighi nè pressioni. Questo gruppo ha già grandi meriti, soprattutto per aver sopperito alle mancanze costanti derivate dagli infortuni: dal play titolare all’assenza di Spanghero, a Sarto e Sanguinetti fuori per diverso periodo. Nonostante ciò, siamo andati avanti per la nostra strada e io personalmente mi aspettavo di essere nelle prime posizioni, vista la forza dei singoli e del gruppo stesso”.

Cosa ne pensa della Nazionale Italiana? Un pensierino ce lo fa anche lei?
“Tutti vorrebbero far parte e sognano la Nazionale Italiana. Io ho avuto la fortuna di fare un raduno con la Nazionale giovanile e so cosa vuol dire, la speranza ovviamente c’è sempre. Per quanto riguarda l’Italia purtroppo non è mai stata al completo per via degli infortuni ripetuti, ma siamo una squadra che può dire la sua in ogni situazione. Si dovrebbe dare più spazio a giocatori ‘nuovi’ e non legarsi sempre alle stesse persone, questa è l’unica cosa che mi sento di aggiungere”.

Tra la Virtus Bologna e Milano chi vede favorita per lo Scudetto? O si potrebbe inserire una terza incomoda?
“Quest’anno, più degli altri anni, se si potesse scegliere sarebbe bello vedere una compagine diversa tra queste due, per tutto il movimento cestistico. Ma, da appassionato di basket, vedere una finale tra Virtus e Milano è sempre uno spettacolo nello spettacolo. Se devo individuare una favorita ed espormi, dico Milano”.