Laurencich chiude al meglio il suo Monte-Carlo

Il debutto mondiale del pilota di Gorizia porta in dote ad Xmotors Team una top ten accarezzata da vicino nel WRC2, il primo punto iridato ed il podio tricolore.

Tempo di lettura: 2 Minuti
535
Laurencich chiude al meglio il suo Monte-Carlo

È un Federico Laurencich ampiamente soddisfatto, quello di rientro dal primo ballo nel FIA World Rally Championship in occasione del Rallye Monte-Carlo.
Nel recente fine settimana il pilota di Gorizia, sempre in coppia con Alberto Mlakar su una Skoda Fabia Rally2 Evo di P.A. Racing, ha centrato l’obiettivo principale della trasferta monegasca, raggiungendo il traguardo con un significativo bottino, essendo al debutto.
Il portacolori di Xmotors Team, iscritto da Gorizia Corse, rompeva gli indugi con un Giovedì a dir poco interessante, sui due crono in notturna previsti per la frazione d’apertura, piazzandosi in trentesima posizione assoluta, in sedicesima di classe RC2, in dodicesima di WRC2 ed in nona tra gli iscritti al WRC2 Challenger, prendendo confidenza con un contesto a lui inedito.
La seconda tappa, quella di Venerdì scorso, viveva sulla bella progressione di Laurencich, in grado di risalire fino alla ventottesima piazza assoluta, undicesima di WRC2 e nona di WRC2 Challenger, prima di incappare in un’errore che lo penalizzava sensibilmente.

“La prima tappa e gran parte della seconda sono andate molto bene” – racconta Laurencich – “ma sulla settima prova speciale, abbiamo commesso un errore che ci ha fatto perdere parecchi minuti e diverse posizioni in classifica. Grazie al lavoro dei ragazzi di P.A. Racing e nonostante qualche cerotto alla carrozzeria eravamo consapevoli di aver ancora più di centosettanta chilometri da affrontare. Il tempo per recuperare c’era e dovevamo darci da fare.”

Piombato in quarantaduesima posizione nella generale Laurencich non si dava per vinto e, lavorando a testa bassa, si rendeva protagonista di un importante recupero che, al termine del Sabato, lo vedeva risalire fino alla trentunesima con riscontri cronometrici interessanti.
Alla Domenica, giornata conclusiva della quattro giorni mondiale, l’unico alfiere del sodalizio di Maser confermava quanto di buono già visto in precedenza, consolidando un bilancio finale fatto della trentunesima posizione assoluta, della diciassettesima in RC2, della dodicesima in WRC2 e della decima in WRC2 Challenger che si è tradotta nel primo punticino iridato.
Da segnalare inoltre il terzo gradino del podio conquistato tra i battenti bandiera tricolore.

“Sulla prima del Sabato siamo partiti troppo prudenti” – aggiunge Laurencich – “ma poi, aumentando la fiducia, abbiamo ritrovato il giusto passo, limitando al massimo le sbavature. Questo ci ha permesso di risalire la classifica, segnando buoni tempi come il ventunesimo assoluto e decimo di WRC2 sulla quattordici. La terza giornata è stata molto positiva, grazie anche al grandissimo sostegno che abbiamo ricevuto a bordo strada e sul web. Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, portando al termine una gara difficile come è per tradizione il Monte-Carlo. Abbiamo chiuso in bellezza, con un buon ventiquattresimo assoluto sul Turini, ed abbiamo trasformato in realtà il nostro sogno, conquistando anche un punto mondiale ed il terzo posto tra gli italiani. Grazie ai partners, ad Xmotors Team, a Gorizia Corse ed a P.A. Racing, tenendo per il dulcis in fundo un Alberto che si è sempre confermato impeccabile.”



Ho iniziato la mia attività nel web nel 2001 e mi sono specializzato nello sviluppo di strategie e progetti di comunicazione integrata online e offline, con particolare propensione verso l'ambito del motorsport. Grazie all'esperienza maturata nel corso di questi anni ho ampliato i miei orizzonti professionali riuscendo ad integrare forme di comunicazione tradizionale con le migliori opportunità che il web può offrire. Affianco il cliente sin dai primi passi, delineandone le esigenze e proponendo le soluzioni più adeguate al modello personale di business preso in esame con l'obiettivo di sfruttare al massimo i vantaggi che il mondo digitale, unito a quello tradizionale, è in grado di offrire.