Cagliari Calcio: i tifosi meritano di più!

La tifoseria è davvero encomiabile, società e squadra sono molto indietro

Tempo di lettura: 1 Minuti
659

Cagliari Calcio sempre in difficoltà. Anche ieri sera contro il Torino si è avuta l’ennesima dimostrazione. Troppa paura dell’avversario e non solo

Le “colpe” di questo stato di cose, è certamente da condividere tra società, allenatore e calciatori.

I tifosi invece sono assolutamente fuori ed estranei a questo tipo di considerazioni.

La tifoseria cagliaritana è una delle più intense e vicine alla squadra.

Il club invece è totalmente assente.

Sul mercato invernale ka continuato a cedere in maniera anche sconsiderata.

L’ultima cessione di Goldaniga ha costretto Ranieri a mettere in campo, i due difensori stranieri (insieme sono davvero pericolosi per il Cagliari).

Nessun sostituto per il momento.

Presidente e Direttore sono spariti dsi radar rossoblu.

Un’assenza ingiustificata, che non aiuta chi è in difficoltà.

Cagliari Calcio: errori su errori

Anche Ranieri vin la sua frase: “Siamo gli ultimi arrivati”, dta scivolando verso il ridicolo.

Non foss’altro per il fatto che anche Frosinone e Genoa sono le ultime arrivate.

Entrambe occupano una posizione di classifica migliore, e soprattutto non rinunciano a giocare a pallone.

Cagliari Calcio

Il Cagliari ha regalato più volte il primo tempo agli avversari, trovandosi poi a dover risalire la china.

Si parte spesso con il diktat “prima non prenderle”.

Un discorso assolutamente insostenibile, per una delle peggiori difese del campionato.

Il Cagliari il gol lo subisce sempre.

Ed allora perché non giocare per farne uno in più, partendo dal concetto di avere comunque una retroguardia ballerina?

I calciatori invece si impegnano, ma spesso per soli 45-60 minuti.

Troppo pochi per chi gioca sempre von l’acqua alla gola.

I tifosi rossoblu meritano di più.

Meritano una società presente (non bastano i soliti proclami da spot pubblicitario), dei calciatori che spuntino sangue per oltre 90 minuti, ed un tecnico che nella sua grandezza, dovrebbe tirar fuori il coraggio di rischiare.

Insomma, fuori le p…e!