Prospettive di riforma costituzionali: interessante convegno

A Roma interessante congegno in tema di unità e pluralità del sapere giuridico. Tutti i dettagli.

Tempo di lettura: 4 Minuti
244

Lo studio Legale Tonucci & Partners il giorno 29 gennaio 2024 alle ore 11.00 presso il Palazzo Soderini (Roma) organizza un incontro di Studio in tema di “Unità e pluralità del sapere giuridico nelle prospettive di riforma costituzionali”. Il convegno si prefigge l’obiettivo di interrogarsi sulle riforme legislative in atto e la loro compatibilità con le regole costituzionali.

La Prof.ssa Francesca Iole Garofoli e il Prof. Fabrizio Pompilio, del Comitato scientifico ed organizzativo del convegno, mettono  in rilievo l’importanza degli Studi di Giuliano Vassalli, in occasione delle prime pronunce della Corte costituzionale,  ove in una nota aggiuntiva si ricordava  che: “Quando quelle prime decisioni della corte costituzionale uscirono, ci sembrò che finalmente uscisse, liberato dalla nebbia della paura e dall’intrigo degli arzigogoli, il diritto…semplice, chiaro, intellegibile a tutti e, sopratutto, onesto, espressione non di opportunità, ma di verità”.

Sicché, una visione dinamica e non pietrificata della Costituzione ci permettono di parlare, in questa occasione,  di prospettive di riforma costituzionali perché, quella fonte primaria, non rappresenta un “monoblocco,” ma include regole, principi e diritti, la cui consistenza giuridica informa sul lavoro meticoloso e costante della cultura giuridica e della giurisprudenza.

Se è vero che segnali contraddittori  si aggirano sul sistema penale con  interferenze politiche e mediatiche sulle scelte politico – criminali è altrettanto importante non  scoraggiarsi, poiché la bussola è la Costituzione, quale strumento pacifico di rinnovamento sociale capace di guidare il nostro Paese verso una rinascita della giustizia.

Costituzione e valori democratici rappresentano le ragioni preminenti di tutela dei diritti fondamentali dell’individuo, della verità del diritto e delle esigenze di libertà.

“Il nostro impegno per la difesa della dimensione costituzionale della Giurisdizione si ritrova nella finalità della Rivista quale trait d’union tra i Maestri del Diritto e i giovani giuristi uniti nel recupero dei valori della giurisdizione. Dunque, un contesto unitario del sapere entro il quale il diritto si colloca come un insieme di idee e principi che si evolvono unitamente all’animus delle discipline giuridiche.  Tutto sta a verificare i rapporti con le situazioni soggettive protette e con i diritti costituzionali applicati al processo penale, ragionando nell’Unità e Pluralità del sapere giuridico vedremo cosa accadrà”, (aggiunge Garofoli); Infine, “la pluralità dei saperi nella modernità deve interessare non soltanto le professioni giuridiche, ma deve informare il cittadino, affinché possa riscoprire i valori di un paese democratico”. (conclude Pompilio.)

Su questi temi si confronteranno illustri Accademici e Giuristi  attraverso un criterio dialettico multidisciplinare. Nell’occasione, il Direttore Scientifico Prof. Avv. Vincenzo Roberto Garofoli e il Direttore responsabile Prof. Avv. Carlo Taormina presenteranno il primo numero, anno 2024 della Rivista “Unità e Pluralità del Sapere Giuridico” edita dalla Casa Editrice Dike Giuridica.

Programma Prospettive di Riforma Costituzionali – Sapere Giuridico

Introducono e moderano: Avv. Gianluca Bocchino – Avv. Giovanni Altieri (Tonucci & Partners) – Avv. Danilo Dimatteo (DIKE Giuridica Editrice)

ne discutono

Ore 11:00

Prof. Avv. Carlo Taormina – Ordinario di Diritto processuale penale – Università Tor Vergata di Roma.

“Verso una Corte di Giustizia per i magistrati”.

Prof. Avv. Giorgio Spangher- Professore Emerito di Diritto Processuale penale – Sapienza Università di Roma

“Legalità, Azione, Giurisdizione e Diritti fondamentali”.

 Prof.  Avv. Vincenzo Garofoli Ordinario di Diritto processuale penale – Università degli Sudi di Bari Aldo Moro.

 “Fenomenologia del linguaggio processuale”

 On. Le Avv. Francesco Paolo Sisto Viceministro Giustizia

“La Genesi Costituzionale della Separazione delle Carriere”

 Prof. Otto Pfersmann – École des Hautes Études en Sciences Sociales (EHESS) Paris, Pôle Droit, Lier-FYT.

“Unità e pluralità delle aspettative di revisione costituzionale – in prospettiva comparata”

 Prof. Antonio Felice Uricchio – Ordinario di diritto Tributario -Università degli Sudi di Bari Aldo Moro. Presidente del Consiglio Direttivo dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR).

“Lep e autonomia differenziata”

 Prof.  Avv. Cristiano Cupelli – Ordinario di diritto penale – Università degli Studi di Roma” Tor Vergata”.

“Il bilanciamento tra diritto di cronaca e dignità della persona: la dis- informazione giudiziaria e l’ingiustizia mediatica “

 Pausa lavori

 Intervengono- ore 14.30

Prof. Emanuele Carpanzano – Direttore SUPSI

“Il sistema di formazione duale: elementi costitutivi e fattori di successo”.

 Avv. Mario Angelini 

“La Costituzione e il disegno di legge sul premierato”

 Prof.ssa Francesca Iole Garofoli- Università degli Studi di Bari Aldo Moro

“Verità nel Diritto e Libertà: ripartire dai fondamentali”

 Prof. Salvatore Parente – Università degli Studi di Bari Aldo Moro.

“La conciliazione giudiziale nel prisma della riforma del processo tributario: profili di criticità e linee di sviluppo”

Avv. Matteo De Luca

“La difesa mediatica nell’ epoca dei social media”

Comitato scientifico e organizzativo: Prof. Avv. Francesca Iole Garofoli – Prof. Fabrizio Pompilio – Avv. Gianluca Bocchino – Avv. Giorgi Altieri.

L’evento sarà trasmesso in live streaming sulla pagina Linkedin di Tonucci and Partners.