Con Gigi Riva se ne va un pezzo di tutti noi

La morte del mito, lascia un vuoto incolmabile in tutti i sardi, i tifosi del Cagliari e del calcio mondiale

Tempo di lettura: 2 Minuti
425

Gigi Riva è morto oggi, all’età di 79 anni. Un uomo mite, un campione infinito, un mito che rimarrà per sempre nel cuore di tutti noi

È stato il bomber del Cagliari, è ancora oggi il più grande bomber della nazionale italiana (35 gol in 42 presenze).

Un campione senza eguali, a Cagliari un’icona che NESSUNO potrà mai scalfire.

Ha unito un popolo, e tutti i tifosi lo amavano e lo ameranno per sempre.

Un uomo giusto, che ha respinto offerte derivanti dal calcio e dalla politica.

A prescindere dal discorso prettamente calcistico, dove come attaccante in Italia, difficilmente avrà eguali, ci lascia una persona per bene, un amico di tutti.

Gigi Riva: dopo Pelé ci lascia un’altra leggenda

Gigi Riva

Gigi Riva non era solo un calciatore infinito, ma era l’amico di tutti.

Chiunque a Cagliari si fermava per strada, per salutarlo, per fare una fotografia, solo per dire “Ciao Gigi”.

Arrivò a Cagliari giovanissimo, con tante domande e poche certezze

Qui a Cagliari è diventato uomo, ha costruito la sua famiglia, e trovato “casa”.

Perché Cagliari e la Sardegna erano e saranno per sempre la sua casa, quella da lui amata alla follia.

Con Gigi va via un pezzo di tutti i cagliaritani, che per sempre porteranno nel loro cuore l’unico e inimitabile ROMBO DI TUONO.

“Ciao Gigi”, come gli avrebbero detto i suoi innumerevoli tifosi e ammiratori.

Grazie Gigi, nessuno a Cagliari ti dimenticherà mai !!!