Analisi 21esima giornata Serie A

La 21esima giornata sarà un turno di campionato un’ po’ atipico. Dal momento che con Inter, Napoli, Fiorentina e Lazio impegnate a Riyad nellele Final Four della Supercoppa, resterà “aperta” fino al 28 febbraio, quando, alle 18 si giocherà Sassuolo-Napoli, mentre alle 20.45 andrà in scena il big match Inter-Atalanta. Le altre due gare da recuperare sono Bologna-Fiorentina,il 14 febbraio alle 19, e Torino-Lazio, il 22 febbraio alle 20.45. Questo weekend vedrà dunque impegnate solo dodici squadre.

Tempo di lettura: 3 Minuti
333

Analisi 21esima giornata Serie A. La 21esima giornata sarà un turno di campionato un’ po’ atipico. Dal momento che con Inter, Napoli, Fiorentina e Lazio impegnate a Riyad nelle Final Four della Supercoppa, resterà “aperta” fino al 28 febbraio, quando, alle 18 si giocherà Sassuolo-Napoli, mentre alle 20.45 andrà in scena il big match Inter-Atalanta. Le altre due gare da recuperare sono Bologna-Fiorentina,il 14 febbraio alle 19, e Torino-Lazio, il 22 febbraio alle 20.45. Questo weekend vedrà dunque impegnate solo dodici squadre. Analisi 21esima giornata Serie A.

ROMA-VERONA

Grandissima attesa per l’esordio di De Rossi sulla panchina della Roma, reduce da una sconfitta 3-1 a San Siro, c’è grande curiosità per vedere se il tecnico Italiano riuscirà a cambiare la situazione in una squadra di qualità, ma che tuttavia non è riuscita con Mourinho a esprimere al meglio il proprio potenziale. All’ Olimpico arriva un Verona sulla carta in difficoltà. I veneti, a causa delle difficoltà economiche, hanno dovuto fare a meno di molti giocatori importanti, che sono stati ceduti per fare cassa, dopo il risultato positivo dell’andata, gli uomini di Baroni cercheranno di bissare l’impresa. Un Verona che arriva da importante successo con l’Empoli ed è alla caccia della seconda vittoria consecutiva, che manca da agosto, quando i due successi consecutivi furono proprio con Empoli e Roma.

UDINESE-MILAN

Partita su un campo difficile per gli uomini di Pioli, su un campo storicamente ostico. I rossoneri proveranno ad approfittare della Supercoppa, nella quale è impegnata l’Inter, per accorciare, almeno virtualmente, le distanze in classifica. I friulani dalla loro hanno la statistica, ultimi due scontri con il Milan vinti. Qualora riuscissero a replicare l’impresa sarebbe la seconda volta nella storia (la prima è stata 2016-2017), che i friulani lasciano zero punti ai rossoneri. Milan che arriva da un importante vittoria contro la Roma e Udinese che ne ha persa solo una nelle ultime cinque partite.

FROSINONE-CAGLIARI

Un Frosinone in caduta libera affronta un Cagliari a caccia di punti importanti per la salvezza. Sardi che arrivano da due pareggi e una vittoria, mentre la squadra di Di Francesco continua a perdere terreno, perse le ultime cinque, senza contare la sconfitta in coppa Italia contro la Juventus. La partita d’andata è una partita che è entrata nella storia, grazie alla spettacolare rimonta del Cagliari che è stata la prima squadra nella storia a vincere una partita stando sotto di tre gol al 70′. Al Benito Stipe ci si aspetta un altra sfida ricca di emozioni.

EMPOLI-MONZA

Al Castellani, un Empoli fresco di cambio in panchina, ospita un Monza che arriva da una pesante sconfitta per 5-1, contro l’Inter. I toscani sono alla caccia del primo successo in Serie A contro i brianzoli, sarebbe ancora più importante trovarlo in un momento difficile, segnato anche dal cambio in panchina, con Nicola chiamato a compiere un impresa già fatta in passato con Salernitana e Crotone, ovvero portare la squadra alla salvezza. Momento difficile segnato anche dai soli 13 punti conquistati per ora, che segnano il peggior avvio di sempre dei toscani nella massima serie.

SALERNITANA-GENOA

Storicamente è una partita che ha sempre portato un sostanziale equilibrio, ma ad oggi le squadre stanno vivendo dei momenti molto diversi. I campani, allenati da Inzaghi, non trovano la vittoria in casa da dieci partite, mentre il Genoa non viene sconfitto da cinque partite.

LECCE-JUVENTUS

Per Lecce-Juventus vi rimandiamo all’articolo di WRITER.CA: