Derby di Madrid, si vendicano i Colchoneros

Secondo derby di Madrid nel giro di una settimana. Le due squadre della capitale si sono affrontate mercoledì scorso nella semifinale di Supercoppa spagnola.

Tempo di lettura: 2 Minuti
245

Derby dì Madrid si vendicano i Colchoneros. Secondo derby di Madrid nel giro di una settimana. Le due squadre della capitale si erano affrontate mercoledì scorso, nella semifinale di Supercoppa spagnola.

Derby dì Madrid si vendicano i Colchoneros

La partita di Supercoppa è stata vinta dai blancos, con un rocambolesco 5-3 ai supplementari, dopo il 3-3 nei tempi regolamentari.

 

“C’è voglia di riscatto”, ha dichiarato l’allenatore dei Colchoneros alla vigilia del derby, valido per gli ottavi di finale di Copa del Rey, così è stato, con l’atletico che è riuscito a strappare un pass per i quarti, a discapito della rivale storica.

La partita

Partita molto combattuta, equilibrata e intensa. Partita dall’alto tasso agonistico, dimostrato dai 12 cartellini gialli estratti dal direttore di gara durante il match.

 

A differenza della partita di Supercoppa, l’atletico Madrid parte subito aggressivo andando a pressare alto, atteggiamento atipico per la squadra di Simeone. Il Real dopo un inizio a rilento, sorpreso anche dall’atteggiamento dei Colchoneros, prende le misure e cominciano ad attaccare, colpendo una traversa con Bellingham. È però l’atletico ad andare in vantaggio, grazie all’anticipo di Samuel Lino su Lunin, dopo il cross di Saul.

 

Il Real trova il vantaggio pochi minuti dopo, allo scadere del recupero, grazie alla papera di Oblak, ostacolato da Saul, su un pallone messo in area da Modric.

 

Nel secondo tempo parte meglio il Real, che però subisce il gol dell’ex, da Morata, che sfrutta l’indecisione di Lunin su un uscita, per insaccare il pallone in rete. I Blancos non mollano, e colpiscono la seconda traversa con Rodrygo, poco dopo a pochi minuti dalla fine, arriva il gol del pareggio con Joselu, al primo pallone toccato.

 

Nella mezz’ora successiva l’incontro perde intensità, e la stanchezza si fa sentire, tranne per Griezmann, al 100′ si inventa un gran gol, valido per il vantaggio dell’Atletico. Il Real trova il pareggio con Ceballos, gol però annullato a causa del fuorigioco di Bellingham. Nell’assedio finale, con il Real tutto in avanti, l’atletico trova il gol che chiude definitivamente la partita. Contropiede con Riquelme che sigla il gol del definitivo 4-2.