Supercoppa, il Napoli è la prima finalista

Supercoppa Italiana, il Napoli è la prima finalista, Fiorentina sconfitta 3-0. La squadra di Mazzarri affronterà in finale la vincitrice di Inter-Lazio.

Tempo di lettura: 2 Minuti
270

Supercoppa Il Napoli è la prima finalista.

Supercoppa il Napoli è la prima finalista. Il Napoli vince 3-0 a Riad, contro una Fiorentina tutt’altro che entusiasmante. Tanti rimpianti e tante cose negative per la squadra di Italiano, che spreca nel primo tempo un rigore, con Ikoné che calcia altissimo sopra la porta di Gollini. Al contrario Mazzarri chiude la serata con tanti spunti positivi, tra cui la doppietta dalla panchina di Zerbin, e un risultato netto contro una squadra di livello, utile anche per il morale della squadra.

Merito della vittoria va in gran parte anche a Walter Mazzarri, che ha preparato molto bene la partita, come dichiarato anche da Italiano che si è detto “sorpreso da questo sistema”, dal momento che l’allenatore del Napoli ha deciso di passare ad una difesa a tre, mossa inaspettata che però si è rivelata la chiave del successo dei campani.

La partita

I primi minuti di gioco non sono stati dei più entusiasmanti, ma al nono minuto è Politano a cercare la porta per primo, senza però riuscirci.
La Fiorentina tiene il possesso e il pallino del gioco, lasciando però molto spazio al Napoli, che sfrutta le ripartenze. In questo modo, gli azzurri trovano il vantaggio al 22′, con Juan Jesus che serve in verticale Simeone, che sfrutta tutto lo spazio lasciato dalla difesa viola, concludendo in rete con un mancino a incrociare.

La Fiorentina reagisce pochi minuti dopo, colpendo un palo con Martinez Quarta, dal quale arriva il gol di Beltran, che viene però annullato per fuorigioco. Sullo scadere del primo tempo, c’è l’occasione più grande per i Viola, con Ikoné che si procura un calcio di rigore con una gran giocata. Sarà il francese stesso a battere il rigore, che finisce però molto alto alle spalle di Gollini.

  • Nella ripresa, è sempre la Fiorentina a tenere il controllo del gioco. Il Napoli aspetta e cerca di sfruttare le ripartenze. I ritmi di gioco restano tuttavia bassi, con i Viola che con creano grandi pensieri alla retroguardia dei campani.

A nove minuti dalla fine, Mazzarri butta nella mischia Zerbin, che pochi minuti dopo trova il gol del raddoppio. Seguono attimi di paura per l’esterno del Napoli, che rimane a terra dopo uno scontro con il palo. Non è un problema per lui, si rialza subito, e nell’azione successiva trova la doppietta personale, che chiude definitivamente la partita. A questo punto, al Napoli, non resta che aspettare di scoprire con chi tra Lazio e Inter, si contenderà la Supercoppa lunedì.