Qual’è la città più pericolosa in Italia?

Furti, scippi e altri atti di criminalità, ecco le città meno sicure del nostro paese

Tempo di lettura: 2 Minuti
5065

Città pericolose, una questione aperta che sta diventando sempre più preoccupante. Nel 2022 i dati hanno decretato quelle che sono le città meno sicure del nostro paese 

Negli ultimi decenni la percentuale dei reati è cresciuta in maniera esponenziale.

Forse uno dei motivi scatenanti è stata la diffusione capillare della criminalità organizzata.

La crescita infatti è stata mostruosa, da un 2,5% (relativa all’anno 1999) ha raggiunto il valore di oltre il 30% nel 2022.

Una probabile spiegazione  che  determinano simili dati, è collegata all’incremento di furti e tentativi di furto.

Ciò accade soprattutto nei centri urbani di dimensioni grandi o medio-grandi.

Cio accade perché senza ombra di dubbio, tali contesti urbani si prestano in maniera più favorevole alla distribuzione dei soggetti malavitosi.

Città più pericolose d’Italia: vediamo quali sono

Secondo i dati rilevati dal Sole 24 Ore, il tasso di criminalità nel nostro paese è piuttosto alto.

Ciò  è stato registrato soprattutto nelle tre città considerate più a rischio, che sono: Milano (I posto), Rimini (II posto) e Torino (III posto).

Città

Milano è ormai la città meno sicura per eccellenza.

La presenza forte e ramificata di una organizzazione criminale come la ‘Ndrangheta, la più pericolosa e ricca in Italia e forse nel mondo.

Secondo i dati più aggiornati, l’elenco delle città più pericolose d’Italia nel 2022 è il seguente:



  • Milano;
  • Rimini;
  • Torino;
  • Bologna;
  • Roma;
  • Imperia;
  • Firenze;
  • Prato;
  • Livorno;
  • Napoli.