È un Cagliari da impazzire: Lapadula e Pavoletti firmano la vittoria

Il Sassuolo va avanti, il Cagliari la riprende nel recupero

Tempo di lettura: 2 Minuti
746

Il Cagliari fa l’ennesima impresa nel finale. Va sotto prendendo l’ennesimo hol su una disattenzione difensiva. Lapadula e Pavoletti fanno il miracolo

La gara era iniziata molto male.

Il Sassuolo aveva iniziato giocando bene, mettendo alle corde i sardi.

Il gol di testa di Erlic, giunto al minuto 7, è la sintesi del campionato rossoblu.

Disattenzioni nel reparto arretrato, che spesso costano il gol.

Partire con l’handicap è opera molto pericolosa.

L’ultima gara persa a Roma contro la Lazio è una di quelle che testimoniano un trend che va invertito.

Dopo aver subito il gol, glu uomini di Ranieri hanno spinto con più convinzione, ma anche con grande confusione.

Il primo tempo finisce 0-1, anche se il Cagliari fa collezione di tiri dalla bandierina.

Cagliari in rimonta ha ragione del Sassuolo

Nel secondo tempo si riparte con i padroni di casa che provano a creare i presupposti per far gol.

Gli ospiti invece ripartono in contropiede, cercando il gol del ko.

Dopo circa 15 minuti arriva l’episodio spartiacque.

Tresoldi commette un fallo evitabile su Lapadula.

Arriva il secondo giallo e i neroverdi restano in inferiorità numerica.

Arriva, da una parte e dall’altra, la classica girandola di sostituzioni.

Gli uomini del tecnico ex Leicester, spingono con forza, ma lo fanno in maniera confusionaria.

Le occasioni arrivano infatti da cross provenienti da calci da fermo.

Pavoletti con un bel stacco di testa, va vicinissimo al pareggio.

Al minuto 89 su contropiede del Sassuolo, arriva il raddoppio, annullato per un fuorigioco millimetrico.

Cagliari
Gianluca Lapadula Cagliari

È il segnale che può essere il momento favorevole.

Al minuto 93, Lapadula con un gol molto bello, stop in mezzo all’area e girata di destro, infila Consigli per il gol del pareggio.

Esplode la Unipol Domus e la squadra si riversa in avanti.

Al minuto 97 su cross del subentrato Luvumbo, Pavoletti si avvita ed in rovesciata trova l’angolino sinistro alla destra dell’estremo difensore emiliano.

Lo stadio diventa una bolgia, il Cagliari vince ancora una volta sul filo di lana, o meglio, forse sarebbe meglio dire….in zona Pavoletti.