Il cambio appieda Caliaro a Schio

Problemi alla trasmissione costringono il pilota di Crespadoro ad alzare bandiera bianca sul quinto crono, nell’ultima dell’International Rally Cup.

Tempo di lettura: 2 Minuti
224
Il cambio appieda Caliaro a Schio

Era una trasferta particolarmente attesa per Michele Caliaro, ansioso di tornare a vivere quel Rally Città di Schio che, nella stagione 2005, fu il suo primo approccio alla specialità ma l’appuntamento vicentino, corso nel recente weekend quale ultimo atto di un International Rally Cup mai così incerto, gli ha voltato decisamente le spalle.
Il pilota di Crespadoro, ai nastri di partenza con una Skoda Fabia Rally2 curata da MM Motorsport e con al proprio fianco l’immancabile Fabio Andrian, andava alla ricerca del giusto feeling sulla prima “Monte di Malo”, disputata al Venerdì, chiudendo sedicesimo assoluto.
Nemmeno il tempo di scaldarsi al Sabato seguente che già sul secondo impegno di giornata, la “Ponte Verde”, iniziavano a manifestarsi importanti noie tecniche alla trasmissione.

“Stavamo andando al nostro ritmo” – racconta Caliaro – “e migliorando il nostro passo ma, già a metà della Ponte Verde, non entrava più la quarta. Fortunatamente il tutto si è sistemato e siamo riusciti a percorrere la successiva Pedescala senza problemi. Dentro di me sentivo che qualcosa non andava ed infatti, alla service area di metà tappa, i nostri ragazzi hanno provato a sistemare il guasto. Siamo usciti dal parco assistenza con le orecchie abbastanza dritte.”

Un campanello d’allarme che era stato ben interpretato dal portacolori di Rally Team, costretto ad alzare bandiera bianca sulla ripetizione di “Santa Caterina”, quinta speciale del Sabato.

“Dopo tre chilometri dall’inizio della Santa Caterina” – aggiunge Caliaro – “si è sfilato un fermo della leva del cambio che ci ha lasciato bloccati in prima marcia. Sono particolarmente amareggiato, soprattutto per Fabio perchè era la sua gara di casa. Ci stavamo divertendo, senza esagerare, e riuscivamo a progredire a livello di tempi. Purtroppo le gare sono fatte anche di queste delusioni e dobbiamo accettarle. Grazie a tutti i partners che ci hanno supportato in questa e nelle altre trasferte della stagione. Grazie alla scuderia Rally Team ed al team MM Motorsport con i suoi ragazzi che hanno fatto di tutto per permetterci di proseguire.”



Ho iniziato la mia attività nel web nel 2001 e mi sono specializzato nello sviluppo di strategie e progetti di comunicazione integrata online e offline, con particolare propensione verso l'ambito del motorsport. Grazie all'esperienza maturata nel corso di questi anni ho ampliato i miei orizzonti professionali riuscendo ad integrare forme di comunicazione tradizionale con le migliori opportunità che il web può offrire. Affianco il cliente sin dai primi passi, delineandone le esigenze e proponendo le soluzioni più adeguate al modello personale di business preso in esame con l'obiettivo di sfruttare al massimo i vantaggi che il mondo digitale, unito a quello tradizionale, è in grado di offrire.