ANDREA ZORZI: INTERVISTA

Tempo di lettura: 2 Minuti
576

Ai microfoni della testata sportiva News.Superscommesse Andrea Zorzi, uno dei giocatori di volley più famosi appartenente alla generazione dei fenomeni. Vincitore, tra i tanti titoli, di un argento olimpico e di due ori mondiali con l’Italia, l’ex pallavolista ha commentato in quest’intervista esclusiva il percorso degli Azzurri di De Giorgi alla vigilia della semifinale degli Europei Italia-Francia di questa sera. Zorzi ha inoltre evidenziato i punti di forza dei transalpini.

Quali difficoltà incontrerà l’Italia contro la Francia?
“Sarà una partita non semplice, la Francia è una squadra complessa che gioca un volley speciale, fatto non di potenza ma di giocate a volte geniali. (…) È una squadra da sempre molto votata alla difesa, al gioco veloce, all’originalità. Questa Francia non è nel suo momento migliore. La squadra di Giani parte sulla carta meno favorita, ma da ex giocatore posso dire che questo aspetto è irrilevante”.

Sembra che il segreto di questo gruppo sia l’unità e la coesione. Cosa ne pensa?
“Vi vengono in mente squadre vincenti nel volley che non siano state anche coese? Posso dire che di questo gruppo la grande particolarità è la giovane età, se pensiamo che Giannelli a 26 anni è il veterano. Credo che ci sia un effetto “luna di miele”, nel senso che hanno già vinto molto da due anni, ma al posto di cadere nel rischio di assuefazione la loro giovane età e il loro entusiasmo sta allungando questa meravigliosa atmosfera. Il nostro gruppo era molto coeso, ma c’erano anche sfide reciproche molto oneste ma molto decise”.

Si può puntare all’oro olimpico?
“Certo che si. Ogni quadriennio ci sono delle squadre che più di altre fanno parte dei top club. In Europa metto oltre all’Italia la Polonia, la Slovenia e la Francia. A livello mondiale aggiungo Stati Uniti, Brasile e Argentina. I ragazzi di De Giorgi fanno parte di un ristrettissimo numero di squadre che possono puntare all’oro”.