Tour De France 6a tappa: presentazione e favoriti

Percorso e favoriti della 6a tappa Tarbes-Cauterets Cambasque

Tempo di lettura: 2 Minuti
4622
Tour de France 6a tappa
Tour de France 6a tappa

Tour de France 6a tappa – Ancora Pirenei, ancora montagne per la 6a tappa del Tour De France che parte da Tarbes per arrivare a Cauterests-Cambasque lungo 145 km. Dopo gli scossoni di ieri quindi, altra tappa dura per i corridori che dovranno affrontare tra le altre la vetta del Tourmalet (17,1km al 7,3%) il Col d’Aspin (12km al 6,5%) e il primo arrivo in salita della corsa, seppur non particolarmente difficile, lunga ma con pendenze non troppo arcigne.

Per quanto riguarda l’andamento della tappa, bisognerà capire come vorranno gestirla la Bora, adesso in maglia gialla dopo l’impresa di Jay Hindley, la Uae dello sconfitto di ieri Tadej Pogacar e la Jumbo del superbo Jonas Vingegaard. L’impressione è che è possibile venga concessa via libera alla fuga di giornata, specie se dovesse essere numerosa come quella di ieri e con uomini non troppo vicini in classifica

Tour de France 6a tappa: i favoriti

Dato quanto detto sopra, vediamo parecchi nomi interessanti per cogliere il successo di tappa e, perchè no, poter prendersi pure la maglia gialla che la Bora potrebbe anche cedere.

Tra tutti vediamo particolarmente bene il transalpino Thibaut Pinot (FDJ), già protagonista al Giro e alla ricerca del successo di tappa al suo ultimo Tour in carriera; oltre a lui, potrebbero essere della partita l’attuale maglia a pois Felix Gall, in gran forma; occhio anche ad altri due nomi già visti ieri:Jack Haig, adesso ancora più libero dopo la mezza dèbacle dei capitani Landa e Bilbao e Daniel Felipe Martinez, anche lui possibile cacciatore di tappe e che potrebbe pure puntare alla maglia a pois.

Altri nomi buoni potrebbero essere: Guerreiro (Movistar), Uran (EF), Tobias Johanessen (Uno-x), Schultz e Teuns (Israel), Ion Izagirre (Cofidis), Poels (Bahrein Victorius), Soler (UAE) e Champoussin (Arkea).

Nel caso in cui l’andamento della tappa sia particolarmente aggressivo chiaramente potrebbe essere anche sfida tra big: in questo caso ovviamente impossibile non dare Vingegaard come favorito, ma in caso di arrivo di un gruppetto ristretto occhio a Pogacar, Ciccone e Skjelmose.



giovanni25061996@gmail.com'
Sono un ragazzo educato e rispettoso, appassionato da sempre di sport e fantasport (calcio e ciclismo in particolare) e di scrittura; ho frequentato presso l'Università di Palermo il corso di Scienze della Comunicazione per media e istituzioni e già scritto in diversi forum e giornali online in tema sportivo e fantacalcistico in particolare.