Tour de France 2023: presentazione e favoriti

Andiamo a scoprire il percorso e i favoriti del Tour De France 2023

Tempo di lettura: 2 Minuti
3360
Tour De France 2023
Tour de France 2023

Tour De France 2023 – E’ partito Sabato 1 Luglio il Tour De France 2023, giunto alla centodecima edizione. I fari sono tutti puntati sul duello Vingegaard-Pogacar per la maglia gialla, con il campione in carica danese che arriva sicuramente più in forma del collega sloveno, reduce da uno stop forzato causa infortunio al polso post Liegi; il campione dell’UAE è pronto però a dare tutto per salire sul trono a Parigi. Da terzo incomodo proveranno a fare i vari Hindley, Landa, Gaudu, i gemelli Yates, non Mas e Carapaz già fuori causa post caduta alla prima tappa.

Ma ci sarà tanto spazio anche per le ruote veloci, con quasi tutti i big sprinter presenti alla partenza: Philipsen, Pedersen, Jakobsen, Groenewegen e il “tuttofare” Van Aert tra gli altri battaglieranno probabilmente in 7 tappe, e proveranno a puntare (chi più, chi meno) alla maglia verde.

Tanta curiosità anche per i 7 italiani al via: Bettiol, Mozzato, Guarnieri, Trentin, Moscon, Oss e soprattutto Giulio Ciccone, che potrà ritagliarsi un ruolo da protagonista sia in ottica classifica, che più probabilmente, come cacciatore di tappe con obiettivo maglia a pois.

Tour de France 2023, il percorso (e le prime tappe)

Come dicevamo, tante volate ma anche diverse tappe dure: su tutte spiccano le salite del Puy de Dome alla nona tappa, il mitico Gran Colombier alla tredicesima e il Courchevel nell’ultima settimana;” sorprende”, invece, la presenza di una sola crono di 22 km , alla 17a tappa (anche piuttosto mossa), rispetto alla tendenza degli ultimi gran tour; ci sarà comunque, anche altro terreno buono in cui poter fare la differenza in ottica classifica generale nell’arco delle tre settimane. E già qualcosa si è visto nelle prime due tappe in terra basca, che hanno visto subito protagonisti i big della GC, con il successo di Adam Yates (UAE) alla prima tappa, dopo una grande azione con il gemello Simon (Jayco Alula), e la grandissima vittoria da finisseur di Lafay alla seconda sul belga Wout Van Aert e lo stesso Pogacar che ha cominciato a racimolare secondi di abbuono rispetto al contendente Jonas Vingegaard (Jumbo-Visma). C’è già stato spazio per le ruote veloci, con il primo successo ottenuto da Jasper Philipsen (Alpecin), lanciato in splendido modo dal campione Mathieu Van der Poel. Oggi altra occasione per gli sprinter, con l’arrivo di Nogaro, in cui i vari Jakobsen, Groenewegen, Pedersen e Van Aert tra gli altri, proveranno subito a prendersi la rivincita



giovanni25061996@gmail.com'
Sono un ragazzo educato e rispettoso, appassionato da sempre di sport e fantasport (calcio e ciclismo in particolare) e di scrittura; ho frequentato presso l'Università di Palermo il corso di Scienze della Comunicazione per media e istituzioni e già scritto in diversi forum e giornali online in tema sportivo e fantacalcistico in particolare.