Targa Florio, nuovo asso nella manica di Luise

L’adriese, secondo assoluto in Sicilia nella passata stagione, punterà a sfruttare al meglio un’altra occasione favorevole a lui ed alla sua Fiat Ritmo 130 gruppo A.

Tempo di lettura: 2 Minuti
342
Targa Florio, nuovo asso nella manica di Luise

Il tempo per recriminare sulla disavventura vissuta al Costa Smeralda, un terzo assoluto sfumato per il cedimento di un bullone all’interno del cambio, è terminato e per Matteo Luise è già tempo di giocarsi un’altra carta fondamentale nella rincorsa al titolo nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche, pronta per il Targa Florio Historic Rally.
Tra Venerdì e Sabato la carovana del tricolore farà tappa in una delle piazze più iconiche per l’automobilismo a livello planetario ed il pilota di Adria, sempre in gara con la moglie Melissa Ferro sulla Fiat Ritmo 130 gruppo A curata da Silvano Amati e Valentino Vettore, avrà una nuova occasione da sfruttare, data la particolare conformazione del territorio nel quale si andrà.

“Il Costa Smeralda ed il Targa Florio sono due gare congeniali per noi” – racconta Luise – “perchè, non dovendo affrontare particolari altitudini, abbiamo l’opportunità di far prevalere il fattore umano, rispetto a quello tecnico. Nelle due gare isolane la cavalleria conta relativamente, correndo su speciali più pianeggianti, quindi tornare a casa con risultati importanti qui può fare una differenza enorme in campionato. In Sardegna eravamo terzi assoluti ma la rottura di un bullone del cambio ci ha fermato, facendoci sfumare la prima carta importante del giro meridionale. Ora abbiamo il Targa Florio e dovremo sfruttarlo al meglio.”

Una tappa sicula che lo scorso anno ha portato alla ribalta delle cronache il pilota polesano, portacolori del Team Bassano, qui secondo assoluto, primo di raggruppamento e di classe.

“Nel 2022 siamo andati bene qui” – sottolinea Luise – “ed abbiamo portato a casa un risultato davvero importante che ci ha permesso di lottare per il titolo italiano fino all’ultima gara. Potrebbe essere una trasferta già determinante per la classifica perchè uscire bene dalla Sicilia ci permetterebbe di rilanciarci ulteriormente per la lotta ai vertici del campionato italiano.”

Scorrendo la classifica provvisoria del CIRAS troviamo Luise al nono posto della classifica assoluta, in coabitazione con De Bellis e Nerobutto, ma anche secondo in quarto raggruppamento ed in gruppo A, a meno ventinove dalla vetta, con il primato tra le duemila gruppo A ed un vantaggio di undici lunghezze da difendere sul primo degli inseguitori.
Due le giornate di gara, ad iniziare da un Venerdì 5 Maggio che vedrà i protagonisti dell’italiano storico impegnati sulla sola speciale spettacolo “Nino Vaccarella” (2,22 km).
Il Sabato seguente, 6 Maggio, la sfida si sposterà sulle prove “Targa” (10,90 km), “Lascari – Gratteri” (11,55 km) e “Cefalù” (13,90 km), da ripetere per due passaggi in sequenza.
Il finale sarà affidato alla “Vincenzo Florio” (8,68 km) ed al terzo giro su “Lascari – Gratteri”.

“Prove speciali con tanta storia” – conclude Luise – “che mi piacciono. Una parte sarà uguale allo scorso anno mentre un’altra sarà tutta nuova per noi. Sarà una trasferta impegnativa ma speriamo di tornare con un bel risultato. Ne abbiamo bisogno per tornare in piena lotta.”



Ho iniziato la mia attività nel web nel 2001 e mi sono specializzato nello sviluppo di strategie e progetti di comunicazione integrata online e offline, con particolare propensione verso l'ambito del motorsport. Grazie all'esperienza maturata nel corso di questi anni ho ampliato i miei orizzonti professionali riuscendo ad integrare forme di comunicazione tradizionale con le migliori opportunità che il web può offrire. Affianco il cliente sin dai primi passi, delineandone le esigenze e proponendo le soluzioni più adeguate al modello personale di business preso in esame con l'obiettivo di sfruttare al massimo i vantaggi che il mondo digitale, unito a quello tradizionale, è in grado di offrire.