Istruttore sportivo: ecco come diventarlo

Tempo di lettura: 3 Minuti
469
Istruttore sportivo

Diventare istruttore sportivo richiede tanto impegno e dedizione ma è anche un’attività estremamente gratificante perché ti permette di condividere le vittorie e i traguardi dei tuoi allievi e ti dà la sensazione di fare davvero la differenza nella vita di qualcuno.

Come si diventa istruttore sportivo?

Ogni disciplina ha le proprie regole

Prima di diventare un istruttore sportivo, è importante comprendere le regole e le norme che regolano la disciplina che desideri insegnare.

Ad esempio, se vuoi diventare un istruttore di tennis, dovresti conoscere le regole del gioco, i vari stili di gioco e le tecniche di allenamento. Se vuoi lavorare come istruttore di yoga, devi conoscere le pose più semplici e quelle più avanzate, come raggiungerle in modo sicuro e quali movimenti evitare per non incorrere in lesioni muscolari.

Molto spesso, oltre ad un’ottima conoscenza teorica è estremamente utile avere una buona conoscenza pratica della disciplina. Aver praticato per diversi anni lo sport che vuoi insegnare ti aiuta ad avere una conoscenza diretta delle sfide e degli errori più comuni che vengono compiuto dagli allievi durante l’apprendimento.

Inoltre, dovresti essere in grado di identificare i livelli di abilità dei tuoi studenti e adattare le lezioni in base a questo.

In generale, un buon istruttore sportivo dovrebbe avere una conoscenza approfondita della disciplina, essere in grado di spiegare le tecniche e le tattiche in modo chiaro e preciso e avere una grande passione per lo sport.

Istruttore sportivo: attenzione alla federazione

Le federazioni sportive sono organizzazioni che regolamentano e gestiscono le attività sportive a livello nazionale e internazionale che possono darti una serie di vantaggi, tra cui l’accesso a programmi di formazione, la partecipazione a eventi di alto livello e la possibilità di ottenere certificazioni ufficiali.

Il lato negativo di tutto questo è che l’adesione a una federazione sportiva può anche essere costoso e richiedere un certo impegno. Prima di aderire a una federazione, assicurati di comprendere i costi e i vantaggi associati e di valutare se vale la pena per te.

In alternativa, puoi fare l’istruttore per atleti e squadre che gareggiano in campionati e competizioni di CSI – Centro Sportivo Italiano, un’associazione senza scopo di lucro che ha l’obiettivo di promuovere lo sport come momento educativo, di crescita e di aggregazione sociale. Dato che il CSI non fa parte delle federazioni sportive, non hai bisogno di brevetti federali per poterti muovere in quel campo.

Come salire di livello

Una volta che hai ottenuto una profonda conoscenza della disciplina, che come abbiamo detto, è un requisito fondamentale, e sei diventato membro di una federazione, il passo successivo è quello di salire di livello e diventare un istruttore professionista.

Ogni disciplina e ogni federazione ha le proprie regole per avanzare nella tua carriera come istruttore sportivo.

In generale, i metodi più comuni per salire di livello e far avanzare la tua carriera sono:

  • partecipare a corsi di formazione e certificazioni offerti dalla federazione o da altre organizzazioni riconosciute
  • sostenere esami, che possono essere scritti, orali o pratici, che certifichino l’aumento dell’esperienza e delle competenze
  • in alcune federazioni, un istruttore può salire di livello solo se la propria squadra o i propri atleti vincono o si posizionano ai primi posti nella classifica di determinate competizioni

Inoltre, puoi cercare di ottenere esperienza pratica come istruttore sportivo, ad esempio come assistente istruttore in una palestra o in una scuola di sport per bambini. In questo modo, potrai acquisire esperienza e contatti nel mondo dello sport

Lavorare come istruttore sportivo

Per lavorare come istruttore sportivo la legislazione è in costante mutamento: a partire dal prossimo giugno, infatti, le agevolazioni fiscali per gli istruttori e gli allenatori verranno sostituite dall’obbligo di apertura della Partita IVA.

Alcune persone sono spaventate dall’idea di aprire un’attività in proprio ma l’apertura della Partita IVA porta con sé anche diversi vantaggi e agevolazioni come una tassazione di molto inferiore a quella dei dipendenti, aderendo al regime forfettario.

Per supportare gli istruttori sportivi in questa nuova avventura, sono nati diversi servizi online come ad esempio Fiscozen che mette a disposizione dei suoi iscritti un commercialista dedicato, un software chiaro e intuitivo per la gestione della fatturazione elettronica e una dashboard che si aggiorna in tempo reale con costi e adempimenti.