EMOZIONI A NON FINIRE, PER LUISE, IN VISTA DEL CIRAS

Il conferimento della benemerenza “Adria Riconoscente”, consegnato dalla sua città nella serata di ieri, è linfa vitale per l’ormai imminente Vallate Aretine.

Tempo di lettura: 2 Minuti
390

Adria (RO), 28 Febbraio 2023– Il 2023 di Matteo Luise è nato sotto l’insegna delle forti emozioni e dopo aver ricevuto, ad inizio Febbraio in occasione di Rally Meeting, il trofeo dedicato alla carriera, alla presenza del presidente di ACI Vicenza Luigi “Lucky” Battistolli, è stato il turno della sua Adria, dimostrando la propria gratitudine per i meriti sportivi.

Nella serata di ieri, presso la sala consiliare, il pilota polesano si è visto consegnare la benemerenza “Adria Riconoscente”, direttamente dalle mani del sindaco Omar Barbierato.

Prima l’ACI Vicenza ed ora la mia città”– racconta Luise – “per un mese di Febbraio che ha messo a dura prova le mie emozioni. Non mi sarei mai aspettato di ricevere queste gratificazioni e non posso nascondere che già all’entrata in municipio, ieri sera, la tensione si sentiva per bene. Le parole del sindaco sono state molto toccanti così come quanto è stato riportato sull’attestato. Grazie a tutta l’amministrazione comunale per questo riconoscimento.”

Il miglior modo per iniziare una settimana particolarmente calda, dato l’arrivo dell’Historic Rally delle Vallate Aretine, prima tappa del Campionato Italiano Rally Auto Storiche.

Venerdì 3 e Sabato 4 Marzo il portacolori del Team Bassano ci riproverà, puntando a quel titolo di quarto raggruppamento a lungo cullato lo scorso anno ma poi sfuggito per diversi fattori.

La stagione invernale è finita e finalmente si riparte”– aggiunge Luise – “con tanta voglia di provare a completare quel percorso che non siamo riusciti a terminare nel 2022. Saremo al via dell’intero campionato ed è naturale che, visto quanto accaduto lo scorso anno, il nostro intento sarà principalmente quello di diventare campioni italiani di raggruppamento. Dalle voci di corridoio si dice di un elenco partenti notevole, probabilmente migliore anche dello scorso anno. È una sfida che ci stimola e faremo tutto quanto possibile per provare a vincerla.”

Invariato il pacchetto tecnico a disposizione di Luise che tornerà al volante della Fiat Ritmo 130 gruppo A, seguita da Silvano Amati e Valentino Vettore, mentre la principale novità riguarderà il sedile di destra dove Melissa Ferro passerà il testimone, una tantum, a Matteo Zaramella.

Due le giornate di gara previste, ad iniziare da un Venerdì che si svilupperà sulla duplice tornata a “Rosina” (7,48 km), la seconda delle quali da disputare al calare del sole, mentre al Sabato seguente saranno tre i giri su “Portole” (16,55 km) e “Rassinata” (14,55 km).

Purtroppo, per un problema familiare, Melissa non potrà essere con me”– conclude Luise – “ed essendo stato poco il tempo a disposizione per il cambio in corsa vorrei ringraziare Matteo per la sua disponibilità. Questa è una delle gare più belle di tutto il CIRAS e, non essendoci grosse pendenze, potremo dire la nostra, cercando di stare vicini ai primi. Speriamo di prendere un buon passo, già dal Venerdì, e di dare il meglio di noi stessi sulla Portole, la prova che amo di più di questa gara. Sarà dura ma siamo pronti per iniziare questa nuova battaglia.”