Juventus, la riscossa di Allegri

Sei successi di fila in campionato, ben cinque posizioni recuperate in classifica, un terzo posto che fa ritrovare serenità a tutto l’ambiente dopo l’eliminazione in Champions. La Juventus di Max Allegri è tornata protagonista.

Tempo di lettura: 3 Minuti
174
Juventus Allegri
Photo by canno73 su bigstockphoto.com

Lo scorso 11 ottobre ad Haifa, dopo la sconfitta che ha sancito praticamente l’uscita della Juventus dalla Champions League, il mondo bianconero era in subbuglio. Max Allegri criticato da stampa e tifosi, giocatori accusati di scarso attaccamento alla maglia, Andrea Agnelli a scusarsi davanti alle telecamere per lo spettacolo offerto dalla sua squadra.

Sono però bastate sei partite di campionato per buttarsi tutto alle spalle, grazie a un bel filotto di vittorie. Una prepotente risalita in classifica, tanto è stato sufficiente per essere nuovamente considerata dagli esperti tra le favorite per lo scudetto, come si può vedere anche sui nuovi siti di scommesse online. A gennaio sono attesi importanti rientri, su tutti quello di Pogba, oltre a qualche probabile intervento sul mercato.

Juventus, il cambio di passo delle ultime giornate

Dopo la notte amara contro il Maccabi, nel momento più critico della stagione costato l’addio alla Champions, titolari e riserve hanno fatto quadrato intorno all’allenatore. Lo stesso Max Allegri ha compreso che andava modificato qualcosa nell’aspetto tattico della sua formazione. Ha quindi deciso di passare al modulo 3-5-2 ad iniziare dalla gara del derby, poi vinto. La difesa è apparsa subito meno vulnerabile, con il centrocampo e l’attacco che non hanno risentito troppo del cambiamento derivante dal nuovo modulo. Bonucci, Bremer, Danilo, Gatti e Rugani, chi utilizzato più chi meno, hanno dato vita a un reparto praticamente imperforabile.

In attacco le assenze di Chiesa e Di Maria rendevano di difficile attuazione il modulo 4-3-3. Cuadrado e Kostic non sono sembrati mai a loro agio con questo schieramento tattico. Molto meglio si sono trovati con il 3-5-2, grazie alla rispettiva facilità nel saltare l’uomo e nel crossare dal fondo. A tutto questo bisogna aggiungere l’ottimo inserimento di Nicolò Fagioli e Fabio Miretti. I due giovani, a fianco di Rabiot e Locatelli, sono stati in grado di esprimere tutto il loro potenziale. Infine, non bisogna dimenticarsi di Moise Kean, protagonista assoluto delle ultime tre gare con ben quattro reti.

Juve, le ultime di calciomercato

È tornato dunque il sorriso nell’ambiente bianconero, pronto a ricominciare a gennaio con ben altre prospettive. Durante le settimane di sosta forzata per lo svolgimento del Mondiale in Qatar, verrà concentrata l’attività del club sui possibili interventi nel mercato di gennaio. Il primo nome in lista è il terzino Karsdorp della Roma, in uscita dopo la clamorosa rottura con Mourinho. La società giallorossa vorrebbe provare a risanare il rapporto tra le parti ma allo stato attuale sembra molto difficile. I vertici bianconeri sono pronti a imbastire una trattativa, per provare a portare l’olandese alla corte di Allegri.

Un altro nome già accostato in passato alla Juventus è quello di Firmino del Liverpool. Il brasiliano ha il contratto in scadenza nel 2023 e nell’eventualità dovessero esserci problemi di rinnovo, la “Vecchia Signora” è pronta a presentare un’offerta all’attaccante. Il giocatore piace molto a Max Allegri. La Juve per il momento è in attesa dell’evolversi della situazione su una delle stelle della Selecao, tra le protagoniste più attese in Qatar. Nelle prossime settimane ne sapremo certamente di più, su questa importante operazione di mercato a tinte bianconere.



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam 4 + 5 =