Serie A: Nel derby ligure lo Spezia batte la Sampdoria per 2 a 1, ma i blucerchiati meritavano almeno il pareggio

Nell’ anticipo del sabato della 7ma giornata, il derby ligure se lo aggiudica lo Spezia di Gotti, che in rimonta beffa la Sampdoria a cui anche il pareggio sarebbe andato stretto

Tempo di lettura: 3 Minuti
210
Calciomercato Sampdoria

Calciomercato SampdoriaSerie A: l’anticipo della 7ma giornata tra Spezia e Sampdoria nel derby ligure

Tempo di lettura: 3′

Tabellino e cronaca in breve

Spezia-Sampdoria, 2-1 ( 11′ Sabiri, 12′ aut. Maurillo, 72′ Nzola).

Formazioni

Spezia: Dragowski, Ampadu ( Ekdal al 70′ ), Kivior, Nikolaou, Holm, Kovalenko ( Ellertsson all’87’ ), Bourabia, Bastoni ( Agudelo al 60′ ) , Reca ( Hristov al 71′ ), Gyasi ( Caldara all’87’ ), Nzola; All. Gotti.

Sampdoria: Audero, Bereszynski, Ferrari ( Colley al 46′ ), Murillo, Augello, Villar ( Vieria al 61′ ) , Leris ( Gabbiadini al 71′ ) , Rincon, Sabiri, Djuricic ( Verre all’81’ ), Caputo ( Quagliarella all’80’ ) ; All. Conti.

Lo Spezia inguaia i blucerchiati dopo una rimonta mozzafiato culminata al 72′ con la rete del bomber Nzola. L’avvio è incandescente con capovolgimenti di fronte continui. La rete del vantaggio sampdoriano arriva all’11mo con l’eurogol di Sabiri, il cui tiro è praticamente imparabile per il portiere Dragowski.

Gli uomini di Gotti non si demoralizzano ed appena 60 secondi dopo trovano il pareggio con l’autorete di Maurillo, l’azione è stata iniziata dal cross di Holm. Gli ospiti continuano a macinare gioco ed occasioni, ma trovano il portiere spezzino in grande spolvero, il quale sventa i tiri di Caputo e Sabiri in successione . Risponde subito la squadra di casa con  colpo di testa di Ampadu, la cui incornata è respinta dal prodigioso intervento di Audero.

È ancora Sabiri al 66′ a mettere paura agli uomini di Gotti, ma questa volta la sua conclusione sfiora il palo. Al 72′ arriva il vantaggio definitivo dello Spezia grazie alla rete di Nzola, il quale, servito dall’uomo degli assist  Holm, infila l’estremo difensore sampdoriano. La reazione dei giocatori di Giampaolo ( ieri squalificato ) è veemente. I sogni di portare un punto a casa s’infrangono sulle grandi parate del migliore in campo, Dragowski, che neutralizza in successione i tiri  di Gabbiadini, Sabiri e Quagliarella.

In definitiva Il pari sarebbe stato più giusto. La Sampdoria ne esce con il morale a terra nonostante abbia fatto una buona gara, mentre lo Spezia torna alla vittoria dopo 1 mese di astinenza.  In panchina per gli uomini del Presidente Lanna c’era Conti che sostituiva lo squalificato Giampaolo.

I commenti dagli spogliatoi

Gotti, Spezia: “Sono molto soddisfatto perchè tutte le partite sono importanti ma ci sono anche i momenti cruciali. Oggi (ieri per chi legge) era uno spartiacque ed i punti arrivano al momento opportuno proprio prima della pausa.

Il nostro inizio di campionato è stato terribile in quanto abbiamo incontrato in trasferta Inter, Juventus e Napoli, dove abbiamo sbagliato solo la prima contro Simone Inzaghi. Per concludere dico che sono molto felice per i miei ragazzi, il cui impegno durante la settimana è stato premiato sul campo”.

Conti, Sampdoria: ” Ci sono partite che iniziano sotto una buona stella, ma non è questo il caso. Per quanto visto in campo, avremmo meritato sicuramente molto di più. Il nostro rimpianto è quello di aver preso subito dopo il nostro vantaggio il gol del pareggio. Per il resto la squadra ha prodotto, lavorato e faticato in modo encomiabile. Accettiamo questa sconfitta, ma non ci scalfisce minimamente perchè il gioco c’è. Purtroppo la classifica ci penalizza oltre i nostri errori e limiti”.

Intanto la società fa sapere attraverso il direttore sportivo Carlo Osti, che la fiducia in Giampaolo è rinnovata.



Sono stato un ex atleta agonista sia di sport collettivi che individuali. Ho praticato il calcio fino al 1996 arrivando alle soglie della serie D. Nello stesso anno un infortunio mi dirottò al Triathlon dove mi specializzai nelle lunghe distanze vincendo un argento ed un bronzo ai Campionati Italiani Age-group dell'Isola D'Elba, sempre su distanza Ironman (3.8 km di nuoto, 180 km di bici e 42 km di corsa). Ho iniziato a scrivere nel 2018 presso Supernews, poi nel 2020 ho iniziato a collaborare, per avere visibilità, con la Gazzetta Fan-news; infine sono approdato alla testata di Sportpaper nel settembre del 2021. Adesso spero si dare il mio contributo anche a News-sports. I miei cavalli di battaglia sono le interviste ai Campioni di ogni sport ed amo scrivere di qualsiasi disciplina perchè lo sport è vita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Controllo Anti Spam + 29 = 30