CLACSON MOTORSPORT PROTAGONISTA IN VALSUGANA

La gara di casa della squadra corse di Strigno porta in dote la vittoria di Pioner ed un brillante Fichera che, prima di una toccata, era in piena lotta per il successo.

112
CLACSON MOTORSPORT
CLACSON MOTORSPORT
Tempo di lettura: 3 Minuti

Strigno (TN), 03 Maggio 2022– Le Opel Corsa GSI gruppo A di Clacson Motorsport hanno fatto riecheggiare il proprio canto tra le montagne amiche che circondano la Valsugana.

La squadra corse con base a Strigno, con il trasferimento che passava proprio davanti alla sede, ha vissuto un Valsugana Historic Rally da protagonista e, seppure la classifica possa proporre un bilancio in parità, con una vittoria ed un ritiro, la soddisfazione è davvero elevata.

Sceso la scorsa settimana da una Skoda Fabia Rally 2 Evo al Dolomiti Brenta Rally, chiuso in quel di Andalo con l’ottavo assoluto ed il sesto in R5 – Rally 2, l’instancabile Maurizio Pioner, in coppia con l’inseparabile Bruna Ugolini, tornava al volante della trazione tedesca dei Gonzo.

Dopo un’iniziale lotta con Marangon, quest’ultimo in testa dopo la prima “Sella” per 4”5 sul pilota di Mezzocorona, la temuta “Trenca” faceva selezione, ben tre i ritiri, e la Corsa numero trentotto passava al comando delle operazioni, senza lasciarlo sino alla serata del Sabato.

La vittoria in classe J2-A/1600, il quinto nel quarto raggruppamento ed il dodicesimo nella classifica assoluta confermano sia il valore di un equipaggio affiatato che la bontà del mezzo.

Sulla prima prova abbiamo fatto una scelta azzardata di gomme” – racconta Pioner – “e non ci siamo trovati a nostro agio. Dalla seconda in poi, montate quelle giuste, abbiamo iniziato ad aumentare il ritmo. Le prove del Valsugana sono davvero molto tecniche ma, allo stesso tempo, hanno tratti di misto veloce impegnativi. Personalmente ritengo che questa gara potrebbe stare tranquillamente nel campionato europeo. Il team Clacson Motorsport, come di consueto, è stato all’altezza e si è spinto pure oltre, consigliandoci la scelta migliore per le gomme. È stata una vittoria di squadra, un risultato prestigioso nella gara di casa di tutti noi.”

Partenza a razzo, scratch sulla prima prova speciale con 5”9 su Marangon e 7”4 sul compagno di team Pioner, per un Andrea Fichera che, affiancato da Lorenzo Pagliaro sulla seconda Opel Corsa GSI gruppo A di Clacson Motorsport, si candidava come uno dei papabili vincitori.

Un testacoda sul crono successivo, quello di “Sella”, si traduceva nel terzo parziale al controllo stop, ritardo di soli 8” dalla leadership provvisoria, ma una toccata sulla prova più lunga ed insidiosa, quella di “Trenca”, poneva fine ad ogni sogno di gloria del pilota di Ospedaletto.

La macchina che Diego ci ha affidato era un gioiello” – racconta Fichera – “e, senza ombra di dubbio molto, competitiva. Sulla prima siamo partiti benissimo, vincendo la speciale, mentre sulla seconda abbiamo commesso un errore, finendo in testacoda. Nonostante quello eravamo a meno di dieci secondi dal primo quindi, con quattro prove ancora da disputare, tutto era tranquillamente in gioco. A Trenca, purtroppo, abbiamo affrontato un taglio azzardando un po’ troppo ed abbiamo avuto una toccatina che ci è stata fatale. Resta solo la tanta delusione perchè potevamo fare davvero molto bene. Dopo la prima eravamo quindicesimi assoluti e sesti di raggruppamento, accidenti. Grazie a Diego, a tutto il team, ai partners che hanno creduto in me, alla mia famiglia ed ai tanti amici che sono venuti a tifare per noi lungo le prove.”



LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

5 + 3 =