Partite Serie A: vediamo come si presentano le squadre dopo la pausa.

In scena la tredicesima giornata di Serie A, ricca di scontri diretti e partite importanti. Vediamo insieme quali sono e come ci arrivano le rispettive squadre.

261
napoli-inter

Partite Serie A: vediamo come si presentano le squadre dopo la pausa

Atalanta-Spezia (sabato ore 15:00)- Sarà la partita del Gewiss Stadium ad aprire le danze della 13esima giornata di Serie A. L’Atalanta cerca una facile vittoria contro le Aquile, sperando in una sconfitta dell’Inter che ospiterà il Napoli. In tal caso l’Atalanta si porterebbe a pari punti con la squadra di Simone Inzaghi, raggiungendo così il terzo posto. Avversaria della Dea sarà lo Spezia, fresco dei tre punti ottenuti nell’ultima giornata contro il Torino. La squadra di Thiago Motta è in cerca di punti fondamentali in chiave salvezza, tuttavia non sarà facile ottenerli contro la squadra di Gasperini. L’allenatore, ex centrocampista dell’Inter, deve far fronte ai problemi difensivi della sua squadra. Di fatto, lo Spezia ha la peggiore difesa della Serie A, con 26 gol subiti al pari di Salernitana e Cagliari; e il secondo peggior attacco, con 13 gol all’attivo. Partita che sembra, quindi, favorire la squadra Bergamasca.

Lazio-Juventus (sabato ore 18:00)- Tra le partite di Serie A, spicca per importanza, Lazio-Juventus, che andrà in scena questo sabato all’Olimpico. Entrambi gli allenatori dovranno far fronte alle delle pesanti assenze. Sarri deve far a meno di Ciro Immobile, con la speranza di recuperarlo quanto meno per l‘Europa League, e Marusic. Tuttavia la Lazio è riuscita a recuperare Lazzari, in extremis, e Zaccagni. Quest’ultimo sarà probabilmente alla prima da titolare con i biancocelesti, venendo schierato nel tridente della Lazio che vedrà Pedro costretto ad accentrarsi. Quindi probabile falso nueve per Sarri.     Per quanto riguarda la Juventus, le assenze riguardano Dybala, Bernardeschi e Chiellini, tutti reduci da infortuni rimediati con le rispettive nazionali. Chiellini era già stato in realtà costretto a saltare la Fiorentina causa infortunio nel riscaldamento. Entrambe le squadre arrivano quindi con diversi problemi all’appuntamento. Tuttavia, questa partita di Serie A è cruciale per indirizzare al meglio la stagione. In caso di vittoria, la Lazio si porterebbe a 24 punti, affossando la Juventus che rimarrebbe a 18. La vecchia signora necessità più che mai dei tre punti per iniziare la scalata in classifica. Entrambe le squadre dovranno poi tener conto dei rispettivi impegni europei e della prossima partita di Serie A, la quale verdrà Lazio e Juventus rispettivamente contro Napoli e Atalanta.

Fiorentina-Milan (sabato ore 20:45)-Tra le partite di questa giornata di Serie A va tenuto d’occhio anche l’ultimo anticipo di sabato, con la Viola che ospiterà i Rossoneri all’Artemio Franchi. Il Milan spera in un passo falso del Napoli contro i cugini interisti, per conquistare in solitari al prima posizione in classifica. In attacco probabile maglia da titolare per Giroud. Ibrahimovic a riposo in vista della partita di Champions League contro l’Atletico Madrid. La Fiorentina, reduce dal sconfitta contro la Juventus per 0-1, cercherà di approfittare dei vari scontri diretti per guadagnare importanti punti in chiave Europa League. In questa stagione la Fiorentina ha sempre faticato con le big, perdendo con Roma, Inter, Napoli, Lazio e Juventus e vincendo solamente contro l’Atalanta. L’atteso ex della partita è Stefano Pioli, il quale verrà probabilmente accolto dall’amore del pubblico fiorentino con il quale è rimasto molto legato dopo la sua esperienza a Firenze.

Sassuolo-Cagliari (domenica ore 12:30)- Per l’ora di pranzo, il Sassuolo ospiterà il Cagliari. Match importante in ottica salvezza. I pronostici sembrano condannare gli Isolani alla sconfitta. La squadra di Mazzari ha il secondo peggior attacco con 13 gol e la peggiore difesa, 26 gol subiti, a pari “merito” con Salernitana e Spezia. I punti mancano dalla vittoria contro la Sampdoria. Infatti, il Cagliari ha registrato quattro sconfitte nelle ultime quattro partite di Serie A. Il Sassuolo è invece in cerca di una facile vittoria. I tre punti allontanerebbero i Neroverdi dalla zona retrocessione. Inoltre, aiuterebbe la squadra di Dionisi a dimenticare il doppio passo falso con Empoli e Udinese, nelle ultime due partite di Serie A, dove il Sassuolo ha ottenuto due sconfitte.

Bologna-Venezia (domenica ore 15:00)- Tempo di conferme per Bologna e Venezia. Con una vittoria, la squadra di Mihajlovic confermerebbe quanto di buono fatto sin ora. La squadra del tecnico serbo si trova infatti nona e vorrebbe approfittare dei possibili passi falsi di Juventus (o Lazio) e Fiorentina. In caso di combinazioni favorevoli, sperando magari anche in una mancata vittoria della Roma a Genoa, il Bologna si troverebbe quinta in classifica, a pari punti con la Lazio ma avvantaggiata dal 3-0 rifilato alla squadra di Sarri. Quale modo migliore per festeggiare la nomina a cittadino onorario di Bologna per Sinisa Mihajlovic? Tuttavia di fronte ai Rossoblù vi sarà il Venezia, reduce dalla clamorosa vittoria contro la Roma per 3-2. La squadra veneta si trova attualmente fuori dalla zona retrocessione e fare punti con il Bologna le permetterebbe di raggiungere il terzo risultato utile consecutivo.

Salernitana-Sampdoria (domenica ore 15:00)- Altro scontro diretto tra le partite di questa giornata di Serie A. Questa volta in chiave salvezza. La Salernitana e la Samp sono rispettivamente 19vesima e 18esima (i Blucerchiati a pari punti con il Genoa). La Salernitana ha il peggiore attacco (10 gol fatti) e la peggior difesa (26 gol subiti). Non è messa meglio la Sampdoria, con 15 reti messe a segno e 25 subite. Di fatto entrambe le squadre non riescono ad avere solidità in difesa e tantomeno a sfruttare le rispettive punte. Sia Simy per i campani, sia la coppia QuagliarellaCaputo stanno giocando al di sotto delle aspettative. La partita è di vitale importanza per entrambe le squadre, le quali sono riuscite entrambe a ottenere solamente tre punti a testa nelle ultime cinque partite di Serie A. 

Inter-Napoli (domenica ore 18:00)- La partita più importante. Questo è l’unico modo per descrivere Inter-Napoli. Il miglior attacco, quello Neroazzurro, con 29 gol all’attivo contro la miglior difesa, quella della squadra partenopea, con soli quattro gol subiti. I tre punti sono fondamentali per entrambe. L’Inter è in cerca di una vittoria per mantenere il passo di Milan e, per l’appunto, Napoli. Una sconfitta porterebbe i detentori del titolo a meno dieci dalla vetta. Il Napoli ha bisogno assolutamente di vincere per non perdere la prima posizione in classifica e per continuare la striscia di risultati positivi. La squadra di Spalletti, ex della partita, si presenta al match con pochi dubbi di formazione (unico ballottaggio PolitanoLozano). Dall’altra parte, Inzaghi deve far fronte agli infortuni di Sanchez, Dzeko, Bastoni e De Vrij. Assenze pesanti che costringeranno l’allenatore nerazzurro a correre ai ripari. In attacco si vedrà probabilmente la coppia argentina CorreaLautaro Martinez mentre in difesa titolarità per Ranocchia, con solo due presenza nelle precedenti partite di Serie A di questa stagione.

Genoa-Roma (domenica ore 20:45)- Prima sulla panchina del grifone per Shevchenko, che cercherà di ottenere almeno un pareggio contro una Roma decisamente in crisi. La squadra di Mourinho arriva all’appuntamento reduce da due sconfitte nelle ultime due partite di Serie A: 1-2 contro il Milan e 3-2 contro il Venezia. In Conference League non è andata meglio. I Giallorossi hanno di fatto pareggiato contro il Bodo/Glimt per 2-2. Chiari problemi per lo Special One, che deve rimettere in sesto la squadra facendole riguadagnare fiducia. Tra gli ex della partita Shorumodov, che partirà probabilmente da titolare dopo il gol messo a segno contro il Venezia. Dall’altra parte, il Grifone è in cerca della vittoria, dopo i tre pareggi ottenuti nelle ultime tre partite di Serie A: 1-1 con lo Spezia nel derby ligure, 0-0 col Venezia e 2-2 con l’Empoli. Tutti scontri diretti valevoli per la lotta salvezza e che hanno contribuito all’esonero di Ballardini. Tanta curiosità quindi per la squadra di Sheva, alla prima con l’ex CT della Nazionale ucraina.

Verona-Empoli (Lunedì ore 18:30)- Primo posticipo del Lunedì. Il Verona ospita in casa l’Empoli di Andreazzoli in un importante scontro diretto. Le due squadre si trovano infatti a 16 punti in classifica, rispettivamente decima e undicesima. La squadra di Tudor, protagonista di un grande campionato sin ora, può contare su un attacco micidiale (25 gol, dietro solamente a Inter e Milan e a pari con la Lazio) capitanato da un inarrestabile Simeone, autore di sette gol nelle ultime quattro partite di Serie A. In caso di vittoria e di risultati favorevoli dagli altri campi, il Verona si candiderebbe per un posto in zona Europa League. Dall’altra parte l’Empoli, anch’essa protagonista di un grande campionato, vuole sognare l’Europa. Una vittoria avvicinerebbe infatti i toscani alla zona Europa League. Ultima parola al campo.

Torino-Udinese (lunedì ore 20:45)- Chiude la 13esima giornata il Monday Night di TorinoUdinese. Entrambe le squadre si trovano a 14 punti e si trovano in ottima forma, malgrado il Torino abbia perso l’ultima partita contro lo Spezia per 1-0. Le due formazioni sono indirizzate verso una salvezza tranquilla. L’imperativo di entrambe è ovviamente vincere, per continuare il bel lavoro fatto sin ora. Da sottolineare come il Torino abbia una delle migliori difese del campionato con solamente dodici gol subiti. Problemi in attacco, invece, per  entrambe le squadre, dove sia i Friulani che i Granata, sono riusciti a segnare solo 15 volte nelle precedenti partite di Serie A.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui