Bologna Milan. Pioli: “Kessie out, tra Ibra e Giroud devo ancora decidere”

Il tecnico ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida

406

Bologna Milan, Pioli ha fatto il punto durante la consueta conferenza stampa della vigilia: Kessie, Rebic e Pellegri indisponibili.

Che confronto sarà con Mihajlovic?

“Sono tre anni che ci affrontiamo, vuole dire che c’è una buona programmazione nei due club. Sono cambiate tante cose però, il calcio è fatto di step e di cambiamenti. Ora il Bologna ha cambiato modo di giocare, ci aspetta un avversario di buone qualità”.

Come sono stati questi giorni dopo la sconfitta di Porto?

“Abbiamo valutate la prestazioni, le poche positive e quelle negative. Poi siamo tornati in campo per prepararci alla partita di domani, sarà una gara difficile. Ora pensiamo alle prossime tre gare di campionato, poi penseremo alla Champions”.

Bologna Milan, Ibra titolare? Il punto

Come sta Ibra? Può essere titolare domani?

“Ibra ha bisogno di allenarsi e di giocare. Si allena in gruppo da una settimana. Il suo minutaggio sarà in crescendo, devo ancora decidere chi partirà titolare tra lui e Giroud”.

E’ un momento difficile quello che sta vivendo il Milan?

“Non è un momento difficile, in una stagione lunga e fitta di impegna come la nostra è normale avere periodi così. Ho una rosa competitiva e siamo pronti per domani”.

Leao trequartista è possibile domani?

“No, se ci fosse stato Rebic poteva essere una possibilità. Domani Leao non farà il trequartista”.

Chi recuperate per domani?

“Rispetto alla partita di Porto recuperiamo Conti e Castillejo. Kessie ha avuto una forte influenza e domani sarà fuori”.

Domani raggiungerà il traguardo delle 100 panchine con il Milan…

“Sono concentrato su domani, non sapevo di questo traguardo. È normale che sia bello essere qui, mi sento bene con tutti e sto bene con tutti. Dobbiamo pensare al presente; si parla tanto del futuro, tanto del campionato, tanto della Champions: dobbiamo pensare a far bene domani. La stagione è ancora molto lunga e noi dobbiamo avere nella continuità il nostro punto di forza”.

Rebic è recuperato?

“No, ha provato ma ha ancora dolore alla caviglia”.

Come commenta la prestazione di Porto?

“Siamo consapevoli che abbiamo fatto una brutta partita. Abbiamo perso troppi palloni e siamo stati poco compatti in difesa. Abbiamo capito i nostri errori, dobbiamo cercare di non ripeterli domani contro un avversario che ci metterà in difficoltà”.

Cosa risponde a chi dice che il Milan dovrebbe concentrarsi solo 

“Non è il nostro modo di pensare, non è la nostra mentalità. E’ sempre meglio intraprendere un viaggio impossibile che non partire nemmeno. Noi lotteremo in tutte le competizioni”.

Come sta Castillejo? Potrebbe giocare domani?

“L’ho visto bene così come ho visto bene tutti i miei giocatori. Castillejo è disponibile ed è uno di quelli che potrebbe giocare”.

Domani Tomori potrebbe riposare?

“Tutti stanno bene, compreso Tomori. E’ disponibile, poi vedremo se giocherà. La formazione la deciderà domani mattina”.

Qual è il ricordo più bello di queste 100 panchine?

“Mi è rimasto in mente l’esordio a San Siro, ma credo che ancora. il ricordo più bello deve ancora venire”

Sta pensando di giocare con le due punte? Pellegri come sta?

“La condizione attuale di Ibra e Giroud non ci permette di giocare con le due punte, quando staranno bene potranno giocare insieme. Pellegri ha avuto un’infiammazione e domani non ci sarà”.

Guarderà gli altri scontri diretti?

“E’ presto per guardare la classifica, noi dobbiamo pensare solo alla nostra partita”.

Calabria a sinistra è possibile?

“È un giocatore intelligente, potrebbe anche giocare a sinistra ma se posso lo tengo a destra”.

Come giudica le critiche a Daniel Maldini?

“Il primo tempo contro il Verona è stato difficile per tutti. Daniel sta crescendo e si farà trovare pronto”.

Che Bologna si aspetta?

“Con la Lazio ha vinto aspettando gli avversari e ripartendo velocemente. Conosco Mihajlovic, siamo preparati a qualsiasi atteggiamento ma conterà muovere la palla velocemente: dovremo farli muovere”.

Cosa vi insegnato la sconfitta di Porto?

“La squadra ha sempre imparato dai suoi errori. Possiamo e dobbiamo fare meglio, domani dobbiamo dimostrarlo”.

Quali sono le insidie per domani?

“Affrontiamo una squadra con qualità importanti. Saranno motivati, stanno bene e hanno avuto tutta la settimana per preparare la partita. Dovremo stare concentrati ed essere convinti dei nostri mezzi”.

Che duelli si aspetta domani?

“Il calcio e il basket sono sport diversi, ma in campo si creano sempre dei duelli. Chi vince più duelli è la squadra che ha più chance di vincere il match”.

Il Milan è tornato?

“Sono deluso quando non giochiamo al nostro livello e non vinciamo, ma sono convinto che abbiamo una squadra che sa riprendersi e sa giocare a calcio”.

Che sensazioni avete per la sfida di domani? Dite la vostra nei commenti, condividete l’articolo e iscrivetevi al nostro canale Telegram!

https://t.me/joinchat/SHcdBxdDZQadIvhwJlgbYA

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui