Home Calcio Ultime notizie Inter. Eder attacca Suning. Tutto previsto

Ultime notizie Inter. Eder attacca Suning. Tutto previsto

L’italobrasiliano spara a zero dopo la cessione di Lukaku

400
Eder
Eder

Ultime notizie Inter. L’ex attaccante dell’Inter e dello Jiangsu Eder sui social è tornato ad attaccare Suning: “Speravo che non succedesse anche all’Inter. Da tifoso, non volevo che succedesse quello che è successo a noi di Jiangsu Suning. Dopo aver vinto e fatto cose importanti, loro hanno buttato all’aria un grande lavoro fatto. Dai calciatori, staff e dirigenti”.

Ultime notizie Inter. Buttato all’aria lavoro di Conte

“E adesso all’Inter buttano all’aria un grande lavoro fatto dal Mister Conte. Perché devono rientrare nelle loro tasche 100 milioni. Del calcio, dei dipendenti se ne fregano”.

“Suning non continuerà a investire nel calcio, hanno mancato di rispetto a tutti i dipendenti e ai giocatori, ci hanno semplicemente lasciato senza stipendio e impedito di giocare in altri club. Abbiamo fatto una grande cosa per Suning Group, ma non abbiamo ricevuto il trattamento e il rispetto che avremmo meritato. Se il gruppo Suning va in bancarotta, posso anche capirlo. Siamo stati rinchiusi in hotel per diversi mesi, diffondendo il nome di Suning nel mondo, ma abbiamo ricevuto un trattamento del genere senza alcun rispetto! Il Il direttore sportivo si è sempre dimostrato un bugiardo e non ha mai rispettato quello che ci aveva promesso”.

Buttato all’aria lavoro di Conte

Sono le parole di fuoco che l’ex attaccante dell’Inter Eder riservò ai proprietari dell’Inter dopo lo scioglimento del Suning Jangsung dove giocava. Il bomber anche a maggio aveva avvisato tutti: “Spero che all’Inter non succeda come a noi (visto che la proprietà dei club è la stessa) che dopo aver vinto il campionato cinese a dicembre, il club non ci ha pagato (8 mensilità intere e le tasse su quelle precedenti) oltre a non averci liberato per dare la possibilità di trovare squadra altrove facendoci perdere così delle opportunità di lavoro. Lasciando a casa più di 50 dipendenti senza i loro soldi e senza darci spiegazioni”.

 

43 anni, lo sport è stata la mia palestra di vita nel giornalismo, dove da oltre 20 anni metto in campo tutta la mia passione e le mie competenze. Emozione, adrenalina, nel raccontare ciò che succede nel mondo del calcio e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui