Diretta goal. Avellino: Claudiu Micovschi è più vicino che mai

Il rumeno del Genoa, nell’ultima stagione alla Reggina, dovrebbe dire sì ai lupi. Si tratta di un ritorno

1134

Diretta goal Avellino. Eziolino Capuano lo definì devastante su entrambe le corsie offensive, adatto all’occasione al tridente, ma anche a fare il quinto di centrocampo. Ideale per un 3-5-2 con licenza di far male in fase di attacco. Claudiu Micovschi, rumeno classe 1999, l’ultima stagione in B con la Reggina, dove non è riuscito a trovare molto spazio, è l’uomo che Braglia ha chiesto a Di Somma per dare una marcia in più alla sua squadra.

Tante alternative per vincere

Centrocampo e difesa sembrano al completo, sono reparti pieni zeppi di alternative, a condizione ovviamente che non si faccia l’errore di cedere i pezzi pregiati sotto contratto. Ovvero guai a dar via, magari alla concorrenza, gli intoccabili come Ciancio, Luigi Silvestri, D’Angelo richiestissimo dalla B, Tito, Carriero l’uomo della svolta nella zona nevralgica. Con gli arrivi di Mignanelli, Sbraga, Mastalli, soprattutto Scognamiglio dal Pescara, destinato a diventare il perno della difesa e l’uomo di maggiore esperienza visto le 7 stagioni di fila in B, l’Avellino è completo in tutti i reparti.

Attacco da completare

L’obiettivo numero uno, quindi, oltre a quello di mantenere intatta l’ossatura di una formazione che potrebbe avere il vantaggio di giocare a memoria, è quella di completare il reparto avanzato. Già detto delle trattive per Marcello Trotta, la differenza economica si è limata di molto, e Gigi Castaldo. Il bomber di Giugliano ha un patto d’onore con il patron D’Agostino dei falchetti: aspetta di conoscere il futuro della Casertana prima di dire sì ai lupi o alla Turris. Di Somma vuole anche un esterno di peso, che già conosce l’ambiente, con il vizio del goal. Santaniello e Bernardotto andranno via, sembra ormai certo.

Diretta goal. Claudiu Micovschi è più vicino che mai

Il rumeno, già in Irpinia alla corte di Capuano, si è convinto. Se non arriveranno offerte dalla B, e al momento non se ne vedono, il calciatore, 22 anni, dirà sì all’Avellino di Braglia e Di Somma. Il lupo sta diventando una corazzata, giorno dopo giorno, l’esperienza del tecnico di Grosseto e la forza di uomini capaci di portare i biancoverdi in semifinale play-off lo scorso anno, rappresentano una garanzia assoluta per giocarsi la B senza passare per i play off.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui