Calciomercato Cagliari. Dalbert è già una certezza

Arrivato in prestito dall’Inter, farà di certo vedere di cosa è capace, ma urgono nuovi innesti

502

Calciomercato Cagliari. Leonardo Semplici si è stampato una parola d’ordine nella sua mente che lo accompagnerà dal primo minuto di questa nuova stagione: salvezza senza sofferenza. Permanenza nella massima serie senza patemi. L’ex tecnico del miracolo Spal ha le carte in regola per centrare questo obiettivo, ma occorre che il mercato porti in dote al Cagliari calciatori in grado davvero di fare la differenza in una massima serie dove il divario tra grandi e piccole è sempre più ampio.

L’uomo nuovo dei sardi si chiama Henrique Dalbert, arrivato in prestito dall’Inter. Il centrocampista brasiliano ha lasciato subito intendere che può essere l’uomo in grado di elevare all’ennesima potenza il tasso tecnico dei rossoblù.

Calciomercato Cagliari. Dal brasiliano i palloni per l’attacco che sono mancati lo scorso anno

Per Leonardo Semplici il primo segnale di rottura con la sofferta stagione archiviata con la salvezza è sicuramente quello di migliorare il rendimento dell’attacco. Un reparto che con 43 reti, ha chiuso al terzultimo posto di una speciale classifica, ma che può salire di livello grazie all’asse di mercato con l’Inter che il Cagliari ha cementato oltremodo con l’arrivo di Dalbert, prelevato in prestito dai nerazzurri e già al lavoro nel ritiro di Pejo insieme ai nuovi compagni. E in avanti per i sardi avanza sempre la candidatura di Andrea Pinamonti: l’assalto al centravanti in cerca di consacrazione, però, è frenato dall’alto ingaggio percepito all’Inter oltre che dalla situazione di mercato legata al Cholito Simeone, che sembra sempre più vicino al passo d’addio.

La carriera di Dalbert

Nainggolan, cuore cagliaritano

Vuole solo il Cagliari e il Cagliari vuole fortissimamente lui. Radja Nainggolan resta nei pensieri dei sardi e di Tommaso Giulini. Intercettato a margine della conferenza stampa per il nuovo nome dello stadio rossoblu, il presidente del club sardo ha rilasciato poche ma significative parole di speranza ai microfoni della Rai: “Quello più importante è creare un gruppo forte, come ha fatto l’Italia all’Europeo. Nainggolan? Se dovesse tornare, anche lui è uno dei ‘vecchi’ e reincarnerebbe lo spirito del Cagliari, ma non è facile”.

43 anni, lo sport è stata la mia palestra di vita nel giornalismo, dove da oltre 20 anni metto in campo tutta la mia passione e le mie competenze. Emozione, adrenalina, nel raccontare ciò che succede nel mondo del calcio e non solo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui