Sport Virtuali, Giovanni Malagò: “Verso il riconoscimento”

Gli eSports potrebbero presto diventare disciplina olimpica. Parola del numero 1 del Coni.

234
Giovanni Malagò Coni

Gli eSports diventeranno disciplina olimpica? Il sogno potrebbe trasformarsi in realtà. Durante un evento streaming a Roma Giovanni Malagò, numero 1 del Coni, ha fatto il punto della situazione riguardo al panorama eSports. “Quando sono riuscito a comprendere che le cose stavano cambiando? Un giorno, ad una sessione del CIO. Ad un certo punto si parlava degli e-games, non mi sarei mai aspettato che si parlasse di questo nei confronti di un mondo che era prepotentemente sulla scena”, si è espresso così Giovanni Malagò. “Questo fenomeno è in crescita esponenziale, sarebbe bene che sia controllato e vigilato con regolamentazioni e giustizia sportiva. E’ questo il ruolo del Comitato olimpico nei confronti di chi approccia a questa attività”, prosegue Malagò che cita la Federazione di servizio (un vero e proprio vantaggio per tutti) con l’arrivo degli eSports alle prossime Olimpiadi. A quanto pare, stando a recenti stime, nel 2021 il giro d’affari degli eSports potrebbe abbattere la soglia dei 1,2 miliardi di dollari. Tra un anno i ricavi legati al settore potrebbero avere un forte incremento e salire addirittura a 4 miliari di dollari.

Gli fa eco Daniele Di Lorenzo, vice-presidente del Comitato degli esperti del Coni: “Quando tutto è iniziato, due anni fa, non avremmo mai pensato di arrivare fin qui”. I giovani sono il nuovo presente, il nostro compito sarà quello di far rispettare i sani valori dello sport. Ed è per tale motivazione che stiamo portando avanti numerosi e interessanti progetti con gli oratori o istituti carcerari con un’attenzione particolare ai giovani”. Ne vedremo delle belle.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui